>>System failure: migliori band di maggio 2017

Anche questo mese è arrivato tanto talento su System failure. A volte ci sembra di essere “l’università della musica”…Esageriamo?? Forse no perché gli artisti che ospitiamo mostrano talento da vendere a nostro giudizio…Allora passiamo alla classifica…

10. Emanuela Reviezzo

“Non si dimentica”, singolo appena uscito della cantante, lega il pop al soul in un unico mondo sonoro interpretato dalla graffiante, quanto unica, timbrica della giovane Emanuela Reviezzo…

https://www.systemfailurewebzine.com/emanuela-reviezzo-non-si-dimentica-official-videoclip/

9. Deceit machine

DECEIT MACHINE è un progetto alternative metal con sonorità che ricordano band come Alice in Chains e Soundgarden. Questi ragazzi sono una giovane promessa dell’alternative metal in salsa italiana…

https://www.systemfailurewebzine.com/deceit-machine-k-r-m/

8. Massimo Silverio

Qui usiamo le parole della recensione:

Massimo Silverio con Le Retour Du Zéphyr propone musica colta, musica estremamente intellettuale. Le sue onde sonore fulgide ed ammalianti portano l’ascoltatore in una dimensione eterea, paradisiaca, una dimensione dove desiderare l’impossibile, una dimensione dove provare emozioni piene di passione. Allora facciamo l’amore con la musica di questo artista e proviamo i desideri indescrivibili che giacciono nella nostra immaginazione…

https://www.systemfailurewebzine.com/massimo-silverio-le-retour-du-zephyr/

7. J. And

Andrea Bernardini, in arte J.And, ci ha davvero emozionato con la sua “Lu Mare”, una poesia/canzone dedicata alla creatura più bella del nostro mondo come ha affermato il rapper. Fondamentali le collaborazioni di Giulio Jay e Marta Premici in questa canzone/ode al mare in stile hip hop…

https://www.systemfailurewebzine.com/j-and-lu-mare-feat-max-nano-marta-base-musicale-prod-giulio-jay/

6. Il Vile

Anche qui riportiamo le parole della recensione:

Ed è proprio questo il senso della musica di Il Vile: iniettare dentro di noi l’ignoto, lo sconosciuto, il demoniaco, l’arcano. Insomma, tutto quello che può allontanarci dal nostro mondo perfetto, dal nostro mondo di vetro che sta per sgretolarsi. Grazie a chi? Alle sferzate sonore magnetiche ed ipnotiche che sa offrire questa band di Verbania, una band che presenta un sound alquanto scarno ed essenziale, un sound comunque tanto efficace e prorompente.

https://www.systemfailurewebzine.com/il-vile-zero/

5. Burning fierce

L’album di Burning fierce dal titolo Breathe in and out è un disco alquanto interessante, un album profondo, intenso, magnifico. Breathe in and out ci ha colpito subito: è stato un lampo nel cielo scuro della nostra monotonia quotidiana, un lampo che ci ha abbagliato, stordito, ammaliato. E allora come non apprezzare il talento di questi ragazzi??

https://www.systemfailurewebzine.com/burning-fierce-breathe-and-out/

4. dopo

Ecco le nostre parole su “Non è un orto” di dopo, una band che arriva con sonorità davvero uniche, speciali…

Il sound di dopo è un singolare ibrido tra sonorità in stile Motel Connection, Depeche Mode, Radiohead e Sonic Youth. New wave e industrial su citati si uniscono al synthpop, all’indietronica e al noise rock in Non è un orto. Il risultato è un fusione di sonorità davvero interessanti, davvero intriganti…

https://www.systemfailurewebzine.com/non-un-orto/

3. Watercrisis

I Watercrisis sono arrivati proprio ieri. Ed hanno scalato la classifica con il loro talento….Leggete le nostre parole su di loro…

Se l’intento di WaterCrisis è quello di colpire ed impressionare il suo pubblico..beh..ci riesce proprio bene!! Le loro mirabolanti evoluzioni sonore che offrono tanto dirty sound non possono che essere apprezzate su System failure dove amiamo il sound “sporco” e sprechiamo spesso apologie su di esso. Quando poi il dirty sound si accompagna ad una voce come quella di Caterina Salzano, voce che ti colpisce come un lampo nella notte oscura, squarciandola, allora, ecco che nasce qualcosa degno veramente di nota. Il “sound velenoso e tossico” di WaterCrisis ci ha abbagliato subito e ci ha scosso nel profondo

https://www.systemfailurewebzine.com/watercrisis-watercrisis/

2. Arnage

Quando il talento si mostra con un tripudio di sinestesie, di scene inquiete mescolate a colori caldi ed intimisti, quando la maestria si offre sotto forma di una canzone che offre sonorità poetiche e smaglianti, sonorità postrock che ricordano Boards of Canada e God Is an Astronaut, allora ecco che maestria e talento sono sinonimo di Arnage, band che ci ha stesi al muro con Atomic Mushroom…

https://www.systemfailurewebzine.com/arnage-atomic-mushroom/

1. Infected Rain

Non possiamo che mettere al primo posto questa band proveniente dalla Moldavia che seguiamo da tempo su System failure. Costoro crescono sempre di più, il loro seguito si ingrandisce sempre più e il loro “verbo” si diffonde come un virus….Con 86 questa band si è spinta in territori inesplorati rispetto al loro precedente Embrace Eternity. I nostri hanno perso un po di appeal con il loro ultimo disco ma hanno guadagnato tante nuove sonorità oltremodo interessanti. Il loro sound è pazzesco, la loro lead vocalist ti colpisce come un dardo diritto al cuore con le sue abilità vocali. 86 conferma tutta la bravura e il talento di questa band e l’unico problema è smettere di ascoltarlo….

https://www.systemfailurewebzine.com/infected-rain-86/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.