Crea sito

Roofsize – DUEP

L’ep parte con l’intro dal titolo “Intervenzione”, una sperimentazione indietronica ipnotica con refrain che subito ci conquistano, con quel po’ di noise che si sposa benissimo con gli altri tappeti sonori e con il beat cadenzato. Si continua con “Carta forbice pietra” con sonorità in piccola parte simili alla precedente. Qui capiamo bene che il sound di Roofsize è tra rock ed indietronica e non è difficile pensare a qualcosa dei Radiohead. Il sound è corposo, sfavillante con produzione sonora e songwriting superiori all’80/100. Non manca l’appeal, senza dubbio. Alcune sonorità arrivano come epifanie e ci stupiscono non poco…il sound a tratti ci fa pensare anche ai videogame(pensiamo in parte ai Bunnyblack che abbiamo recensito in passato(link recensione)): l’estro nerd che viene trasmesso ci porta in un luogo mentale dalle luci al neon, dai colori vividi e lisergici.

“Moor#3” continua il disco tra videogame, effettistica ed impressioni glitch. Poi arriviamo a “Kids” con un beat che sembra arrivare da qualcosa alla Fatboy Slim. Qui come altrove le sequenze ottimamente congegnate rapiscono letteralmente la nostra mente. Le melodie e le armonie sono tanto curate e come non notare pure la ricerca dei suoni maniacale. Il titolo della canzone è più che adatto: alcuni passaggi sono come nenie infantili.

“Room#4” rappresenta un intermezzo, canzone dalle sonorità stridenti. Si conclude il tutto con “Mr. miyagi”, canzone dal beat dinamico e sorprendente. Forse la migliore del disco quest’ultima, una canzone con gli “effetti speciali” a mio parere, effetti speciali che troviamo in tutto il disco ma che qui si arricchiscono di un songwriting super-indovinato.

Sperimentazione a go go in “DUEP” dei Roofsize, una band tosta, ma davvero tosta! Una band che stupisce da subito e ti cambia la giornata con elucubrazioni electro ben calibrate che sembrano divagazioni folli…Bisogna osare nella musica come nell’arte tutta e i Roofsize danno un senso a queste parole appena pronunciate. I loro suoni sgargianti, ripetitivi o contrastanti ci travolgono come flussi di energia difficili da evitare. Per noi nerd sono suoni che offrono un luogo dove far “rinfrescare” la nostra mente e “ravvivare” i nostri sensi…

Weblinks:

https://www.facebook.com/roofsize.nick

https://instagram.com/roofsize

https://www.youtube.com/channel/UC9tmsgJ3PpNN7-fcklvKfiA