Toni Tartarini parla di “Quel Sogno di un Bambino “

1.Ciao Toni, è un piacere poterti intervistare, come prima cosa, ti ringraziamo per il tuo tempo, puoi presentarti ai nostri Lettori e spiegare chi è Toni Tartarini a livello artistico?

Ciao a tutti, io sono un architetto,da sempre appassionato di Musica, E’ alla musica che devo tutto il mio equilibrio e il mio benessere, qualcuno ha detto che la musica e’ il benessere creativo dello stare insieme, mi piace questa definizione, la condivido in pieno. Ho due bambini che adoro e ai quali sto dedicando gran parte della mia esistenza .

2. Abbiamo ascoltato il tuo brano “Quel Sogno di un Bambino”, complimenti per l’eccellente lavoro, abbiamo sentito tanta passione e trasporto emotivo da parte tua nel cantarlo, per caso questo brano nasconde una storia a cui sei legato?

Da quando andavo in oratorio,a cicli alterni, ho cercato la musica e spesso la musica ha cercato me, ho vissuto in pieno il fermento rock degli anni 70 durante i quali ho avuto esperienze anche importanti; dall’Uovo di Colombo ai Cherry five-Goblin. Gli anni 80 con StradAperta,gli anni 90 con il Gruppo dell’Arciliuto. Un’esperienza “vissuta” che mi ha lasciato in eredità un’ampia visione della musica.

3.”Quel Sogno di un Bambino ” di cosa parla e che messaggio vuole trasmettere?

Nasce da una mia esperienza personale, e dei miei due figli Alessandro e Alice e di una mamma che purtroppo non c’è più, ma Alessandro, che non l’ha mai conosciuta, all’età di 8 anni una notte la sogna che scende dal cielo, tra un grappolo di stelle, diventando una farfalla che si appoggia sulla sua mano. Profondamente colpito dal racconto del sogno di mio figlio, scrivo di getto una canzone che contiene un sentimento profondo e parla dell’amore di una mamma che va oltre il tempo ed è per sempre. Io ed i miei bambini realizziamo dei disegni sulla mamma e la famiglia che vengono poi raccolti in un video. Così nasce l’idea di divulgare nelle scuole questo video musicale per coinvolgere i bambini in un progetto di solidarietà.

4. Abbiamo visto che nella promozione di questo brano, si nasconde anche una collaborazione con la fondazione Bambino Gesù di Roma, puoi raccontarci il perchè di questa collaborazione e di come è nata?

Infatti la diffusione sta avvenendo anche nelle scuole di Roma, a cominciare dal Convitto Nazionale Roma (link sottostante), in modo che i bambini guardando il video sono stimolati a fare a loro volta disegni sulla famiglia ed a compiere un gesto di solidarietà nei confronti di un altro bambino che ha bisogno di aiuto, facendo una piccola donazione. Non solo performance e competitività,quindi, ma anche tendere una mano verso chi ha bisogno di aiuto. Crediamo che gettare questo seme di solidarietà tra i bambini, sia il miglior modo per costruire una società piu’ giusta, più rispettosa degli altri e quindi piu’ felice.

5. Sappiamo che il ricavato di questo brano sarà destinato alla benificenza, il ricavato dove sarà devoluto? avete in mente qualche progetto in particolare?

Il Progetto è quello di raccogliere fondi per trasformare tutto questo in un aiuto concreto ai bambini che vivono in situazioni di disagio e povertà. Per fare questo abbiamo creato un’associazione che si chiama “Sogno di bambino” Onlus della quale il presidente è Antonio Tartarini stesso,ed abbiamo aderito con entusiasmo alla campagna che l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sta portando avanti per l’accoglienza e la cura dei bambini che provengono dai paesi piu poveri del mondo, e che si rivolgono con fiducia a questa istituzione d’eccellenza per essere curati.

6. Ciao Toni, è stato un piacere averti ospitato qua, puoi salutare tutti i lettori di System Failure.

Un saluto speciale a tutti i lettori di System Failure e ricordo a tutti i lettori, per chi volesse scaricare il brano lo puo’ fare attraverso una donazione libera nel sito dell’associazione “Sogno di bambino” Onlus: www.sognodibambino.it
Antonio Tartarini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.