Crea sito

SeM e le Visioni Distorte – Il Vuoto Dentro

I SeM e le Visioni Distorte nascono nel 2014 con l’idea di coniugare il sound aggressivo e diretto dei Motörhead al rock’n’roll sincero e autentico italiano in stile Rats. Tra i dischi di riferimento della band per quanto riguarda le sonorità si possono tranquillamente citare “Ace of Spades” dei primi e “Indiani Padani” dei secondi.

La scelta del cantato in italiano deriva dalla volontà di farsi capire da chi ascolta: i messaggi veicolati dalle canzoni sono alla portata di tutti, chiunque ascolti può ritrovare nei testi un’esperienza vissuta e delle emozioni sperimentate. Il progetto si mantiene in equilibrio tra il serio e il divertente: il rock, linguaggio universale, permette di scatenarsi e di sfogare ansie e rabbia, riuscendo a far divertire anche quando ci si vuole impegnare in una riflessione più seria.

Il tutto parte dal cilindro di SeM, che racconta tramite le canzoni le sue “Visioni Distorte”, che rappresentano sia la visione della vita dalla prospettiva del front man che i musicisti meravigliosi che permettono di realizzare nel concreto il progetto.

Nel 2014 esce #cROCKantezza, primo grezzo ep della band interamente autoprodotto, un biglietto da visita secco e diretto. Nel 2015/2016 c’è stata la promozione del secondo Ep “Dal Cilindro”, dal sound più maturo e ragionato. Ad aprile 2018 è uscito invece “Viaggio Attraverso lo Specchio”, primo effettivo album della band, distribuito con Native Division Records. Il disco ha come filo conduttore il tema del viaggio, declinato in tre “sottocategorie”: il viaggio Fisico, che ci porta in luoghi nuovi e lontani, tra paure e speranze, il viaggio Metafisico, ovvero tutto ciò che può realizzarsi nella nostra mente (sia grazie alla potenza dell’immaginazione che grazie all’aiuto di sostanze di natura varia) illustrato con un parallelo con “Alice nel Paese delle meraviglie” e “Attraverso lo specchio” di Lewis Carrol, e infine il Ritorno, che coniuga l’esperienza con l’eredità lasciata da coloro che son venuti prima di noi e che apre le porte a ciò che desideriamo realizzare nella nostra vita.

Presentazione di “Il Vuoto Dentro”:

“Il Vuoto Dentro” rappresenta un nuovo punto di partenza sia per SeM che per SeM e le Visioni Distorte. C’è una crescita emotiva personale nel testo che differenzia notevolmente il brano rispetto ai precedenti lavori.

Il percorso introspettivo intrapreso con “Viaggio Attraverso lo Specchio” ora assume una nuova connotazione, più intima e fragile, ma anche più consapevole. La rabbia e la paura sono evidenti, la caducità e la natura fallace dell’essere umano, ma non più trattate come un motore distruttivo ma assorbite con cognizione di causa. La natura più ribelle si equilibra con un’analisi più matura dell’io. E anche le Visioni Distorte sono cambiate: non rimane più nessuno dei musicisti presenti nel precedente lavoro, ma nuove energie che contribuiscono a creare un suono potente e tridimensionale, più compatto sia nell’esecuzione che nella comunione d’intenti. Jewel Virginia e Gabo donano con la loro natura sfumature più complete, trasformando finalmente quello che può essere inteso come un progetto rock solista in una vera ed autentica rock’n’roll family. Era anche ora.

La scelta di far uscire il singolo in questo periodo è bizzarra, oggettivamente manca la dinamica che è più nostra per la promozione, i piccoli locali con la gente ubriaca e presa bene. Ma è un brano che, indipendentemente dalla storia personale alla quale è legato, può essere un conforto o uno sfogo per tutti.

Recensione del singolo:

Riff corposi in esordio della canzone (come anche altrove) come biglietto da visita di un progetto musicale senza dubbio cazzuto e senza fronzoli. Alcune melodie gradevoli si intervallano e la ritmica è davvero solida: uno dei punti forza di questa band. Poi c’è il fantastico SeM Cilindro che subito attira la nostra attenzione con il suo cantato carismatico. Mixing discreto mentre produzione sonora e songwriting sono più che buoni per un singolo schiacciasassi, un singolo per gli amanti del “rock nudo e crudo”. Per le vie polverose e scalcinate del rock’n’roll scapestrato si aggirano i SeM e le Visioni Distorte: costoro sanno come agitare folle di scalmanati con il loro sound splendidamente scostumato, cattivo. E nell’indie italiano quanto mancano sonorità così cattive e senza fronzoli, sonorità che ti fanno drizzare i capelli e ti travolgono come un torrente in piena….

Link streaming di “Il Vuoto Dentro”:

https://open.spotify.com/album/7gZdV9mDV8t3WAGLZ3R0wB

Line up:

SeM Cilindro: voce e basso

Jewel Marazzi: chitarra elettrica;

Gabriele Milan: chitarra elettrica

Virginia Marchese: batteria

Web links:

email: [email protected]

Spotify: https://open.spotify.com/artist/5rwiev3DyQw8bQZmxKzV4E

Instagram: https://www.instagram.com/semelevisionidistorte/

Facebook: https://www.facebook.com/semelevisionidistorte/

Youtube: https://youtu.be/AaRlv2RZQTM

Link utili: https://linktr.ee/semelevisionidistorte