SeaBass & Terry Blue – Distant Voice

Il 30 gennaio esce tutte le piattaforme digitali “Distant Voice”, il brano di SeaBass & Terry Blue. Si tratta di un brano d’atmosfera che vuole portare l’ascoltatore in un mondo diverso, ma senza essere invandente, senza imporre nulla. Un brano che rappresenta una possibilità di evasione e di libertà.

SeaBass ha alle spalle una carriera musicale interessante. Diversi cambi di rotta, altri progetti paralleli, ma finalmente tutto sembra andare per la direzione giusta. Il compositore è al suo terzo singolo e come per i precedenti ha scelto una collaborazione degna di nota: Leo Pusterla cantante dei Terry Blue. I due si sono incontrati e trovati dal punto di vista musicale. SeaBass con un beat in testa e Pusterla con un messaggio da trasmettere. Nonostante la distanza hanno dato vita a questo nuovo singolo.

“Distant Voice” porta l’ascoltatore in un racconto lontano e a tratti appena percettibile. Il titolo è stato scelto da SeaBass ma trova una continuità nello stile del cantante dei Terry Blue.

Leo Pusterla, cantante dei Terry Blue, abbraccia lo stile e le scelte sonore di SeaBass. L’incontro tra i due ha portato alla realizzazione di “Distant Voice”, prima opera interamente mixata da Pusterla. SeaBass viene da diversi progetti da solista e dal gruppo i Tales of Sound, mentre Leo Pusterla fa parte del collettivo italo-svizzero Terry Blue. Quattro album in studio e due EP autoprodotti. 250 concerti in giro per il mondo e tanti progetti in mente. Le due personalità incontrandosi si sono arricchite a vicenda, ma soprattutto hanno regalato al pubblico una piccola perla che sicuramente li lascerà senza fiato.

Recensione del singolo:

Kick duro e cupo sostiene il pezzo in esordio. Poi entra il cantato e questo refrain electro tanto accattivante per un pezzo synth pop/indietronica tanto elettrizzante. Altri refrain electro si aggiungono come pure dei synth di sottofondo tanto ambientali. Il sound e il cantato mi fanno pensare a qualcosa a metà strada tra Moby, Paul Kalkbrenner e Chemical brothers. Molto apprezzabili gli stacchi. Il cantato a tratti si sposa meravigliosamente sia con il beat che con il refrain di base. Bello il bridge verso la fine con questa sorta di piano.

“Distant Voice” è elettronica per noi tanto cool: quel refrain entra in testa e non esce più e fa subito venire la voglia di premere di nuovo play…assuefazione assicurata dopo aver ascoltato questo singolo che ci stordisce e ci rinfranca allo stesso tempo…

https://www.instagram.com/sea.bass_music/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.