Misto – Helios

Misto è il nome dietro al quale si cela il progetto solista di Mirko Viscuso, poli-strumentista genovese. Il sound di Misto trae ispirazione da svariati artisti del presente e del passato, la sua musica confluisce nel filone del post rock ma con contaminazioni derivanti dal progressive rock degli anni ’70 e dalla musica elettronica. “Helios” è il secondo capitolo dell’ avventura discografica di Misto. In questo suo nuovo lavoro, rispetto al suo predecessore Infinite Mirrors, il sound si fa più variegato e maturo, pur spaziando sempre tra post rock, elettronica e progressive rock. System failure lo ha ascoltato e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Sono evidenti i richiami in questo disco a sonorità in stile God Is An Astronaut ma anche Don Caballero per qualche sonorità che ascoltiamo. Poi se prendiamo in particolare Polemic Guy Wants To Fight viene da pensare a quelle canzoni più sperimentali ed indietronica dei Radiohead per alcuni passaggi del beat ma anche ai rinomati Emerson Lake and Palmer per i passaggi progressive rock. Una canzone con sferzate sonore alquanto ruggenti, una cavalcata sonora che non passa inosservata nella quale troviamo anche stoner e sludge metal.

Da citare assolutamente la delicata ma anche tanto evocativa Daffodils Crashing Into The Water un pezzo dove troviamo un assolo di chitarra che accompagna quasi tutto l’incedere del pezzo. Bello veramente tale pattern accompagnato da tappeti sonori lievemente atmosferici. Alcuni passaggi, poi, sono tanto profondi ed intensi.

Set Your Firearms Against The Sun mi ha fatto pensare a qualcosina di The Cure trasformato in postrock. Interessante davvero! Triste-felice questo pezzo come si è sempre detto di The Cure. Il miglior pezzo del disco, dove troviamo melodie magnifiche e toccanti ma anche altri pattern di un certa consistenza ed irruenza.

Un disco ben congegnato Helios, per i nostri momenti visionari o alterati della mente, un disco di grande malinconia sonora ma anche di pungente irruenza. Misto offre un prodotto musicale nel quale si intersecano diverse anime sonore: è proprio curioso vedere assieme postrock con stoner, sludge metal e shoegaze che si ascoltano sparsi per il disco. Su System failure amiamo chi osa sperimentare, chi osa disegnare nuove traiettorie da percorrere per l’underground italiano. Misto ha proprio colto nel segno, ha fatto tutto ciò e, oltretutto, ci ha emozionato tanto! Come valutazione come non dare un bel 80/100 a questo disco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*