Lou Mornero – Lou Mornero EP

Siamo lieti di presentarvi l’ep d’esordio di Lou Mornero progetto dal suono caldo e scintillante: cinque brani acustici pensati, scritti e registrati nell’intima dimensione di un piccolo studio casalingo di Milano nord, durante un lungo inverno. In questo suo primo lavoro l’artista lascia consapevolmente affiorare le sue molteplici influenze musicali tra folk, blues e psichedelia, un disco che mostra una certa sensibilità compositiva ed una ricerca accurata e meditata riguardo le sonorità che offre.

L’Ep in questione parte con Ok che ci presenta subito sonorità intime, delicate con un arpeggio di chitarra tanto gradevole interrotto sporadicamente da sferzate sonore abbaglianti o improvvise. Il cantato, oltretutto, è molto caldo e mira a rapire il nostro cuore e a scatenare emozioni vivide.

Si continua con Vite strane con una chitarra sempre dolce ed un beat fievole. Le parole intrise di poesia ci arrivano come una carezza sottile. Qui capiamo ancora di più di essere di fronte ad un indie rock dalle sfumature psych rock. Quanta profondità riesce ad esprimere Lou Mornero con la sua musica. Poco dopo la metà abbiamo un assolo/refrain notevole anche esso mirato a rapire la nostra attenzione di ascoltatori tanto emozionati dall’intensità sonora di questo artista.

Arriviamo a metà Ep con L’attesa, canzone che manda la mente al cantautorato italiano in stile De Andrè. Arrivano anche suggestioni in stile Pink Floyd. Dopo metà canzone abbiamo sonorità ed un vocalizzo dai connotati dreampop. Questo è il miglior pezzo del disco a nostro giudizio, quello che risulta davvero interessante.

Ecco che arriva Elucubration Blues con il suo battito forte ed ossessivo che sembra voler indicare il “tempo” al nostro cuore. Non è il miglior pezzo del disco ma sicuramente quello più intrigante per l’accostamento tra battito ripetitivo ed incalzante e cantato sempre soffice e morbido. Verso la fine del pezzo abbiamo anche sonorità alquanto evocative. Strade chiude il tutto con le sue ambientazioni sonore ancora evocative. Qui il cantato, come altrove, è ancora tanto ammaliante. Anche qui altre suggestioni sonore in stile Pink Floyd. Per alcune sonorità pensiamo anche ai REM di qualche decennio fa.

Lou Mornero EP è un disco sicuramente affascinante, un disco che incute tanta attenzione nell’ascoltatore. Lou Mornero ci ha stupito subito con la sua raffinatezza, con la sua ricercatezza sonora, con le “atmosfere” che riesce a generare con la sua musica. Una sorpresa tanto gradita Lou Mornero. Da non perdere assolutamente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.