Crea sito

Innerload – Again

Daniele Musaragno(batteria), Alessio Novello(basso), Marco Cortese(voce), Antonio Tavella(chitarra) e Lorenzo Giordano(chitarra) formano gli Innerload, band heavy metal/rock da Venezia. Abbiamo ascoltato il loro disco “Again” e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Dopo l’intro con sirene arriva “Tell me why” con un drumming martellante e refrain abbastanza marcati tipicamente heavy metal che trasmettono tanto groove. Sicuramente spiccano della canzone sia la ritmica super solida che il chorus. Molto apprezzabili i soli di chitarra che troviamo verso la fine del pezzo.

Con “21st century rockers” velocità e dinamismo aumentano e abbiamo un groove metal sempre tanto presente. Le sferzate sonore di questa band sono tanto ruggenti, le distorsioni si fanno sentire parecchio e graffiano il nostro animo inquieto. Come non notare il lavoro di basso che viene fatto e la batteria killer di Daniele Musaragno.

“I am the evil” esordisce con refrain ripetitivi. Poi la canzone si apre e mostra gli artigli da rapace. Una canzone piena di inventiva questa. “The pirates galleon” inizia con mare e con un fraseggio leggero di chitarra sui quali si innestano riff audaci e solo di chitarra memorabile. In questa canzone come in altre tante troviamo variazioni e stacchi che arricchiscono l’incedere della song.

“Love ain’t justice” e “React” hanno un esordio da cardiopalma. Come non esaltarsi ad ascoltarli. Qui come altrove notiamo che il songwriting in questa band è tanto curato come pure la produzione sonora e il mixing. Il tutto ci arriva “sparato a mille” per noi che non siamo assolutamente deboli di cuore e apprezziamo sonorità strong.

“The chase” ci porta altre sirene e refrain che catturano tanto la nostra attenzione. Una canzone senza dubbio ammiccante. Con “Together we stand” termina tutto tra soli di chitarra e altre martellate di batteria.

Again” è un disco per gente “tosta”, un disco che non lascia tregua. Bisogna solo accendere il tuo impianto stereo e gustarselo tutto nella sua violenza sonora incredibile.

1 thought on “Innerload – Again

Comments are closed.