Crea sito

Vittoria Persa – Pensieri Macroscopici

Ascoltando “Darira” sembra di ascoltare un pezzo di “Halfaxa” di Grimes, ossia la Grimes sperimentale degli esordi. Non a caso ho citato la compagna di Elon Musk dato che Vittoria Persa fa riferimento al suo stesso genere, il dream pop, e con estro anche lei tanto sperimentale. Essenzialità low fi indietronica subito traspare da questo “Darira” dove i “vocalizzi” dell’artista si sposano con refrain electro tanto ipnotici.

Poi arriva “Dinosauro meccanico” e un synth ripetitivo e beat lievemente duro accompagnano il cantato tanto “bambinesco” di Vittoria Persa(come richiede il genere) che ci porta in un luna park dalle luci sgargianti: è l’artista per noi che desideriamo tanto un esotismo spaziale e temporale. I tappeti sonori e il cantato creano come un qualcosa di veramente evanescente…Davvero buono il songwriting, da migliorare mixing, produzione sonora e master che sono comunque superiori al 70/100. Considerando l’artigianalità del progetto i risultati ottenuti sono più che buoni.

Si prosegue con “Coccinella gialla”(uno dei migliori pezzi della serie) e ci addentriamo sempre più nel mondo dell’artista con questo ritmo drum and bass. Tanta maestria nello scegliere i suoni dalla parte dell’artista, un’urgenza quasi maniacale quella di trovare il suono giusto per trasportarci in un mondo fatato, quindi tutto nel segno di una ricercatezza sonora spasmodica. Forse un po’ di cattiveria sonora in più non guasterebbe al progetto che comunque risulta pregevole e di alto livello artistico. Un carillon “Un tempo”. Come è brava Vittoria Persa con queste voci sovrapposte e che espressività vocale “maturata” senza dubbio con tanto studio da parte dell’artista.

Ascoltandola pensiamo anche a Meg dei 99 posse per alcuni passaggi. Inoltre come non nominare o Hana o “Danz” Computer Magic che a mio parere sono le massime espressioni del dream pop attuale insieme a Grimes. Vittoria Persa con le sue impressioni sonore disegna ovattati mondi per video gamers alla Sword Art online e le sue canzoni le vediamo proprio sotto la nota serie anime e mentre diciamo tali parole stiamo ascoltando “L’amore mio sono io”.

Inoltre, come non dirlo, grande capacità di scrittura da parte di Vittoria Persa sia riguardo il songwriting che i testi. Insomma, un “purosangue” che subito, al primo ascolto, lo riconosci…sai che farà strada se solo le dessero le “possibilità” che gli spettano… potrebbe scatenare un terremoto nell’elettronica indie italiana che proprio “non esiste” a nostro malincuore a parte qualche isolato esempio come Godblesscomputers

“Sei un sogno” presenta linee sonore stridule e synth tanto corposo. Questi pattern disegnano un’architettura incredibile… Una perla di questo disco, la migliore forse: è quel pezzo che proprio ti sconvolge, irresistibile. Da affiancare a “Coccinella gialla”. Da ascoltare svariate volte, da “pomparselo” nelle vene se si potesse….Alcuni refrain sono stupefacenti e anche il modo di fondersi dei pattern in questa canzone è strabiliante. Si finisce con “Ultimo bagno”, tanto evocativa e viaggiante. Ci fa trasalire….

Vittoria Persa è da assumere sia a dosi controllate che incontrollate: un crogiolo sonoro tanto mentale, electro psych, con linee melodiche e testi che tendono al pop. O meglio al dream pop…Se questo è l’inizio per questa artista non osiamo immaginare cosa potrà fare per il futuro.

A volte su system failure facciamo delle “apologie” o riguardo generi musicali o artisti o altro. Nel caso di Vittoria Persa come non fare un’apologia….

Vittoria Persa con “Pensieri Macroscopici” apre una strada nel panorama indie electro, un’autostrada, o meglio un portale. Infilatevi in questo portale con l’astronave di Futurama e sognate, esaltate i vostri cuori e le vostre menti voi che fuggite dal fangoso e abietto mondo materiale…

N. B. Su Youtube trovate “Dinosauro Meccanico” un video musicale realizzato durante la quarantena di marzo del 2020.

web links:

Youtube: https://youtube.com/c/VittoriaPersachannel

Instagram:

https://www.instagram.com/vittoriapersa_17/

Facebook:

https://m.facebook.com/Vittoriapersa17/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.