“Ossigeno”: la seconda puntata raddoppia lo share

Share raddoppiato e una forte riconferma di #Ossigeno, giovedì 1 marzo.
La tendenza a crescere negli ascolti trova riscontro nell’accoglienza trionfale nel web.
Il programma di Manuel Agnelli, giunto alla seconda puntata, segna infatti, ancora una volta, la presenza nei trend topic di Twitter e un generale consenso social: il pubblico scrive, ringrazia Rai3 per la proposta nella seconda serata e, soprattutto, sui titoli di coda inizia a scrivere “5 puntate sono troppo poche!”.

– In dieci minuti Churchill, Manuel Agnelli, Modugno e Ben Harper con Charlie Musselwhite. Ci voleva @RaiTre per ricordarci che viviamo in un mondo migliore di quello che può sembrare in tempi di campagna elettorale. #Ossigeno (@NovellaBi)

– Rinnovate il programma per altre 10 stagioni, con puntate almeno da due ore!
(Cosmo C.)

– #Ossigeno su Rai3. Ben Harper e Chiarlie Musselwhite che suonano con gli Afterhours. Ma stiamo scherzando? Grazie grazie grazie grazie. E pure Vasco Brondi. Date a Manuelo la conduzione del MONDO (@franciolinas)

Forte di un consenso che va oltre il second screen, la seconda puntata di Ossigeno ha sfoderato ospiti capaci di richiamare il pubblico all’anima del blues: i nomi di Ben Harper e Charlie Musselwhite hanno invaso il web tra post, tweet e ricerche su Google. Lo stesso Ben Harper, durante la puntata, ha rilanciato un tweet di Rai3.

L’intervista a un Paolo Bonolis-Batman incuriosisce e seduce anche i più scettici.
L’ospitata di Bonolis ad #Ossigeno su Rai 3, camuffato da Batman e senza neanche la modifica della voce (comunque inutile perché solo dal ritmo con cui parla si capirebbe chi è), è a suo modo cult… (Fyvryrome)

Ancora una volta, tutti gli ospiti e tutti i temi portati da di Agnelli riescono a mandare in breakdown le ricerche Google. Emidio Clementi, Vasco Brondi, Ben Harper e Paolo Bonolis: picchi di traffico per tutti.

Mentre “Dio Come ti Amo”  di Domenico Modugno, brano con il quale Agnelli ha aperto la puntata, e “Place to be” di Nick Drake, eseguito in chiusura, trovano una nuova spinta nelle ricerche in rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.