Godblesscomputers – “The Island” – Il nuovo album del producer

The Island” è il nuovo album di Godblesscomputers disponibile dal 4 dicembre su SpotifyApple Music e tutte le principali piattaforme streaming per La Tempesta International, distribuito worldwide da AWAL.

Lorenzo Nada è Godblesscomputers. Si forma come beat maker, producer e dj, mosso da una precoce passione per i campionatori e per i vinili. Nel 2011 prende vita Godblesscomputers, moniker di un progetto musicale che, ispirato da ritmiche e stilemi della musica black, avanza in territori elettronici mantenendo però fedele il groove e il calore originario del suo suono. Da appassionato ascoltatore, Lorenzo é soprattutto un collezionista di suoni; li esplora, cataloga, seziona e ricompone in elementi di sintesi per costruire le sue produzioni. Il suo primo disco ufficiale “Veleno” esce nel 2014 e sancisce il suo ingresso nella scena elettronica italiana indipendente, l’album successivo “Plush and Safe” (2015) ne è una conferma. “Solchi” (2017, La Tempesta) ha segnato un punto di svolta nel suo percorso artistico, portandolo a una nuova dimensione live con una band di tre elementi e a riconnettersi con le sue radici musicali hip hop, sviluppandole e reinterpretandole. Nel 2020 entra nel circuito della londinese Awal, sancendo il suo ingresso discografico nella scena elettronica internazionale e pubblicando i tre nuovi singoli “Fire In The Jungle“, “Lions“e “Float“.

Se “Solchi” (2017, La Tempesta) era un viaggio a ritroso alla ricerca di un fil rouge nel suo percorso passato e futuro, con “The IslandGodblesscomputers si lancia in un nuovo viaggio immaginario verso una terra lontana. Le otto tracce ci conducono in un’isola misteriosa, raccontata in altrettanti capitoli che portano l’ascoltatore a seguire il corso della storia. Godblesscomputers sceglie di limitarsi a titoli evocativi e sintetici, lasciando che siano solo i suoni a parlare: svariati personaggi e paesaggi animano questo ultimo lavoro che appare semplice e conciso proprio come un’isola, eppure man mano mostra infiniti ripiegamenti, avvolgendo l’ascoltatore tra mille sfumature fatte di rimandi, influenze e intuizioni. Niente è come sembra: l’isola è dove non ti aspetti e può apparire ovunque, anche dentro di te.

Link per ascolto: https://linktr.ee/Godblesscomputers

Il disco ha una genesi lunga e stratificata. Dopo un primo abbozzo fatto di getto in seguito all’ultimo tour, mi sono chiuso in studio senza rinunciare alle collaborazioni e ai veri e propri featuring. Grazie alla voce di Jennifer dei Technoir, Pacific Sound ci trasporta immediatamente a latitudini diverse, avvicinandosi a quell’isola dei sogni che finalmente si manifesta ai nostri occhi. Glenn Astro e Montoya contribuiscono alle produzioni di due tracce, rispettivamente Rocks e Echoes. Il vibrafono di Pasquale Mirra in Lions ci dà il benvenuto mentre attraversiamo la fitta jungla tropicale. Gli arpeggi e i bassi di Giulio Abatangelo, già membro della band in tour e musicista in Solchi, sono la bussola per le nostre esplorazioni. La copertina stessa nasconde un enigma, come fosse un miraggio o un’illusione: lo scenario cambia a seconda del punto di vista e lascia il dubbio fino alla fine su cosa sia reale.

The Island” è stato scritto e prodotto da Godblesscomputers. Il mix è stato curato da Diego “Detox” Faggiani presso Menounolab Studio di Bologna e il master da Giovanni Versari. L’artwork della copertina è stato curato da Lorenzo Nada Guido Garotti.

Foto di Guido Garotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.