Crea sito

eego – “BACK 2 BED” – Il nuovo singolo

BACK 2 BED” è il nuovo singolo di eego disponibile da oggi 25 maggio su Spotify e tutte le principali piattaforme streaming per doubledouble.net.

eego è Antonio Castellano, direttore artistico di eventi, producer e songwriter calabrese (non troppo) milanesizzato. Dopo una brevissima esperienza con i White Wallet decide di pubblicare dei lavori da solista che sono riuniti nell’EP “June” uscito nel 2015 per doubledoubleu.net, fondata proprio a questo scopo. Il disco vede i primi passi della collaborazione con Arua, presenza costante anche dei nuovi lavori. Dopo 4 anni passati, tra momenti tra momenti difficili e altri più spensierati, a curare la crescita di doubledoubleu.net, del Somewhere Festival e di decine di altri progetti grandi e piccoli, nel 2019 il materiale raccolto è abbastanza convincente da ragionare su una nuova uscita. POP DISEASE raccoglie testi e musica scritti nei 5 anni successivi l’uscita di “June“, materiale che aspettava il momento giusto per essere pubblicato. Momento giusto che evidentemente non è questo, COVID e lockdown costringono 5 dei 6 brani sugli hardisk dell’Orange Corner Studio. Solo BACK 2 BED si conclude: un brano scritto 5 anni fa.

BACK 2 BED” – Link Spotify: https://open.spotify.com/album/43hCj92XnYDn2I6PimZe5W

BACK 2 BED” è un esempio di cantautorato del futuro: la base spazia tra sonorità trap e urban, echi wave, sperimentazioni e destrutturazione della forma canzone ma rimane sempre sullo sfondo mentre sono la voce ed il testo a essere protagonisti. La voce di Arua, bassa e penetrante si apre in un falsetto che risponde per contrasto. Il testo del brano parla di notti insonni, di un disagio incolmabile che ognuno di noi a volte prova, parla di bipolarismo. Parla di nascondersi dagli specchi e dai coinquilini, dell’attesa interminabile di un giorno migliore mentre la luna e il sole si inseguono senza sosta. Alla fine però c’è speranza: il cambio di atmosfera sul finale svela un po’ di ottimismo e pone fine all’inseguimento dei due astri che sembrava eterno: “se è vero che la luna riflette la luce del sole, allora a volte uno raggiunge il lato dell’altro, si incontrano sullo stesso paesaggio al tramonto di un buon giorno come se avessero un appuntamento“.

Sono stato molto combattuto negli ultimi mesi: far uscire BACK 2 BED, con i suoi temi in questo momento mi sembrava una scelta paracula, fuori luogo, indelicata. Poi ho riflettuto sul messaggio che ho sempre voluto dare e che è molto chiaro in questo brano che è tra quelli a cui sono più legato. A Milano chiusi in casa ci siamo accorti tutti di quanto il sole fosse più lucente, il cielo più blu, le stelle più chiare senza la mano dell’uomo. Uno degli insegnamenti che dobbiamo trarre da questa terribile faccenda è proprio che dobbiamo recuperare il nostro rapporto con la natura per risolvere i nostri problemi, sia quelli universali che quelli individuali. Per esempio la mia reazione al lockdown è stata proprio quella di riempire ulteriormente la mia casa di piante e bonsai, la natura mi ha sempre dato serenità.BACK 2 BED anticipa i temi di POP DISEASE, il disco (la cui uscita è stata rimandata causa COVID ma che dovrebbe arrivare entro l’anno) parlerà di disagio mentale, disagio che il sistema capitalista, con i suoi ritmi serrati, i suoi reticoli sociali asfissianti e le sue libertà individuali ben indirizzate provoca in ognuno di noi. Addirittura certa cultura POP ma anche underground ha provato a renderlo cool questo disagio, POP DISEASE prova però a suggerire un antidoto ad un male oggi così pop: la natura e la bellezza

Il brano è stato scritto e prodotto da eego, mix e master sono a cura di Federico Altamura presso Orange Corner Studio. L’artwork è a cura di Francesco Donato.