Crea sito

Zagara – Trovandoci la mente

Gli Zagara sono una band di Torino nata nel marzo del 2017. Il trio è formato da Daniele Cimino alla voce, chitarra e tastiere, Federico Bevacqua alla batteria (zYp) e Federico Mao al basso (Twang). Il suono della band affonda le proprie radici nello stoner, nel rock alternativo e nella psichedelia italiana e internazionale di gruppi come Afterhours, Verdena e Queens of the Stone Age, ma rimane esposto a tutto ciò che lo circonda e che passa nelle menti dei suoi creatori. I testi in italiano esprimono, senza distinzioni, i sentimenti e le sensazioni che l’attuale mondo esterno provoca nell’uomo, filtrate da visioni suggestive e metaforiche, tese a suscitare l’evocazione di immagini dense di concetto.

L’11 maggio 2019 esce su tutte le piattaforme “Trovandoci la Mente”, il primo EP della band, in contemporanea col primo video, ideato e realizzato dai Ratavoloira, del primo singolo estratto “Gnu”. Nel settembre 2019 escono due live sessions in collaborazione con Off the Corner, dei brani “Onironauta” e “Balla mia bimba Meccanica”. Ad ottobre vengono selezionati per suonare live sul palco dell’Off Topic nella serata di chiusura dell’undicesima edizione di _resetfestival. System failure ha ascoltato “Trovandoci la Mente” e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Tutto comincia con “Drogami”. L’esordio della canzone è da paura tra distorsioni psych e un ritmo filo jungle. Come non saltellare ed esaltarsi con questa canzone molto adatta alla sede live, una canzone particolarmente martellante che a tratti ci fa pensare ad alcuni Subsonica o C.S.I. di Gianni Lindo Ferretti. Le parti psych sono proprio viaggianti e ci conducono nell’oltre…

Si continua con “Succube” e il suo inizio da Pink Floyd psichedelici(A Saucerful of Secrets o Ummagumma). Poi arrivano pure sonorità da alternative rock italiano che ci fanno pensare a Verdena tutto con beat martellante. I refrain catalizzano l’attenzione dell’ascoltatore e ci sono pure sonorità ruvide ogni tanto. Federico Bevacqua alla batteria è davvero fenomenale come pure Daniele Cimino al cantato e alle tastiere.

“Gnu” è presente su youtube con un video. Dopo un esordio abbastanza soft la canzone si apre e ci mostra i suoi artigli stoner(Kyuss, Fu Manchu, Unida) accanto ad altre sonorità alternative rock. Sempre martellante il beat e sempre presenti noise e psych nel “pacchetto” di questa band che sembra creare, a tratti, come una danza tribale psych con la sua musica.

Poi arriva “Onironauta” e qui passiamo invece ad un estro tipico da cantautorato italiano. Una sorta di ballad tanto struggente nella quale il lead vocalist sembra esaltarsi tanto. Magnifico il climax sonoro che ascoltiamo in una parte della canzone. Una sorta di intermezzo nell’ep. Il tutto finisce con “Balla mia bimba meccanica”, il “pezzo da novanta” della serie, il vero piccolo capolavoro dell’ep. Una canzone che ti penetra nella mente e nell’anima con la sua incisività, una canzone che offre sia lo stoner che l’alternative rock alla Verdena sempre con beat killer. È con “Balla mia bimba meccanica” che Zagara diventa irresistibile, con un appeal considerevole. Consigliamo alla band di continuare nel solco tracciato con questa canzone per il prossimo futuro.

Zagara con “Trovandoci la mente” ci porta tanta sperimentazione. Quanti generi tutti insieme: new wave italiano, cantautorato italiano, psych rock, stoner rock, alternative rock e jungle music. A noi su system failure le band che sperimentano ci piacciono un sacco e Zagara in questo è formidabile.

Inoltre, produzione sonora, mixing, songwriting ed appeal in questa band sono tutte superiori all’80/100. “Balla mia bimba meccanica” sembra un pezzo che conosci da anni, sembra che lo hai ascoltato mille volte te che sei amante di band come Verdena, Afterhours e Marlene Kuntz. Anche con “Gnu” e “Drogami” la band è sempre sul pezzo, pezzi che tirano tanto. Ci aspettiamo grandi cose da Zagara, una band che porta “freschezza” nel panorama indie italiano che spesso non suscita emozioni. Emozioni forti intendiamo….

web links:

facebook: https://www.facebook.com/zagaraband

instagram: https://www.instagram.com/zagara_band/?hl=it

spotify: https://open.spotify.com/artist/3oY4IvwGeCs7TujpRnC8Up

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.