Crea sito

>>Yemen: analisi di un paese nel caos

Uno dei paesi più poveri e più violenti in Medio Oriente, lo Yemen è anche un paese di importanza strategica per gli operatori regionali e per alcuni dei gruppi terroristici più pericolosi del mondo.

Posizione strategica

Il territorio che si trova all’interno dei confini dello Yemen è uno dei più antichi culle della civiltà in Medio Oriente, una volta conosciuta come Arabia Felix. Le terre dello Yemen sono le più fertili della maggior parte nella penisola arabica in quanto ricevono più pioggia a causa delle alte montagne. Ma a causa del calo delle risorse naturali, tra cui il petrolio, lo Yemen e la sua popolazione di circa 26 milioni ora sono molto poveri. Tuttavia, il paese vanta una posizione strategica sulla punta sud-occidentale d’Arabia. Si trova lungo la principale via del mare dall’Europa all’Asia, vicino ad alcuni dei più frequentati del Mar Rosso di trasporto e intermediazione corsie. Milioni di barili di petrolio passano attraverso queste acque al giorno in entrambe le direzioni, al Mediterraneo attraverso il Canale di Suez e dalle raffinerie di petrolio in Arabia Saudita. Il nodo dei trasporti yemenita di Aden fu uno dei porti più trafficati del mondo nel 20 ° secolo.

Spaccatura tra sunniti e sciiti

La maggior parte della popolazione dello Yemen è musulmana ma è diviso tra vari rami dell’Islam sunnita o sciita Zaidi. Le divisioni tra i sunniti e gli sciiti si basano su un conflitto religioso a lungo in esecuzione che è iniziato con una controversia circa il successore del profeta Maometto. Mentre i musulmani sciiti credono che il cugino del profeta avrebbe dovuto compilare il ruolo, i sunniti sostengono Abu Bakr, il primo califfo della nazione islamica. Detto questo i Zaidi sciiti, che costituiscono circa il 40 per cento della popolazione dello Yemen, sono l’unica setta musulmana sciita che non condivide la fede nella scelta dell’infallibilità divina dell’ imam, fortemente venerato come leader spirituale tra gli sciiti. Al tempo stesso, nel corso degli ultimi decenni, le idee rigide dei salafiti e dei wahabiti dell’Islam sunnita, provenienti dalla vicina Arabia Saudita, sono diventate sempre più influenti in Yemen.

Al-Qaeda e ISIS

Dal 2009, lo Yemen è stato una base operativa di militanti di Al-Qaeda. I rami yemenita e saudita di Al-Qaeda si fusero per formare Al-Qaeda nella Penisola Arabica (AQAP). Il gruppo è diventato uno dei maggiori esportatori mondiali di terrorismo. La famiglia di Osama bin Laden viveva nel sud dello Yemen, prima di emigrare in Arabia Saudita… L’ideologia di Al-Qaeda si basa sul radicalismo sunnita. Con diverse forze che combattono nel paese – compreso il governo ufficiale, Houthi, e AQAP – il caos yemenita ha fornito un terreno fertile per l’estremismo. I gruppi estremisti affiliati con lo Stato islamico ora operano in Yemen, conducendo atti terroristici sia contro militari e civili. Nell’ultimo attacco 20 marzo, oltre 100 persone sono state uccise e circa 250 ferite in attentati suicidi contro moschee nella capitale yemenita Sanaa.

Link alla fonte completa