Crea sito

>>Whiskeycold Winter – Cosmic Hangover

I Whiskeycold Winter sono una rock band nata a Napoli alla fine del 2009. Il primo nucleo risulta formato da Simone Pennucci (chitarra/voce), Emanuele Musella (basso,voce) e Bruno Lucrezi (batteria), si inizia quasi per gioco, ancora ai tempi del liceo ,reinterpretando pezzi di Lynyrd Skynyrd, Creedence Clearwater Revival e Zz Top.

Da cosa nasce cosa e si inizia a produrre materiale inedito, incentrato su sonorità hard e southern rock. Una serie di demo tape estemporanee vengono realizzate tra cui l’ep del 2011 “Black Water and Clearsmoke”. Nel 2012 la famiglia si espande con l’ingresso di Pietro “Trinità” La Tegola e nel 2013 la band registra un secondo ep (sempre autoprodotto) intitolato “Demons vol.II”.  Con il passare del tempo, la band cambia più volte formazione fino a giungere a quella attuale con l’ingresso di Roberto Liotti (già Venomind e The Bonesound Theory) alla batteria. Negli anni la band intensifica la propria attività live all’interno del circuito underground, sia in Campania che fuori.

Nel 2014 i Whiskeycold Winter raggiungono il secondo posto alla finale regionale di “Emergenza-fest” presso il duel beat (NA). La band conduce inoltre una grande attività live tra club e festival a livello regionale e nazionale. L’EP “Cosmic Hangover”, presentato  ufficialmente presso il “Cellar theory” ,vero e proprio tempio della musica indipendente a Napoli  il 7 Aprile 2016, susciterà molta curiosità in ambito regionale e sarà anche recensito sul quotidiano “Il Mattino(Napoli)” di Venerdì 20 Maggio 2016 .  L’EP è inoltre interamente disponibile in streaming anche su Spotify.

Whiskeycold Winter

Fishman child è il primo pezzo dell’Ep suddetto e ci introduce al mondo sonoro di Whiskeycold Winter. Ascoltiamo sonorità raggianti e piene di irruenza e aggressività. Questa band cerca di fondere hard rock, blues, stoner e psichedelia. Che potenza c’è nel loro sound: una band che mira a travolgere l’ascoltatore con scariche sonore di un impatto considerevole. The shadow line comincia con suoni dolci e delicati: suoni che risultano tanto affascinanti, suoni che trasmettono tanto fulgore. Poi la canzone si apre e presenta degli assoli strabilianti.

Whiskeycold Winter parte dagli anni 70 e cerca di operare un connubio tra classico e contemporaneo, connubio oltremodo riuscito a nostro giudizio. Doomsday roses arriva in modo alquanto arrembante: il rock dei Whiskeycold Winter “spacca il cuore”, è un rock che trasmette tanta energia oltre a tanto impeto. Come non farsi trasportare dalle loro note alquanto entusiasmanti e ricche di veemenza. Nella musica di questa band scorgiamo una sorta di esaltazione fulgida e fremente, una musica appassionata che consiste di bordate sonore alquanto furibonde.

Space beggar chiude questo Ep alquanto intenso e fiammante. La musica di Whiskeycold Winter trasmette tanta ebbrezza. Ascoltando Cosmic Hangover equivale a fare un viaggio alquanto stupefacente in una landa dai colori vividi e allucinanti. Al primo ascolto questo ep risulta alquanto piacente e scorrevole. Va assaporato tutto di un fiato e ve lo consigliamo vivamente.

pagina facebook

link a Whiskeycold Winter su Amazon

link a Whiskeycold Winter su Deezer