>>Wanda Wulz – :Manifesto Intrepido:

Wanda Wulz è un progetto di parole e suoni ad opera di Ludovico Padovan. Nella band c’è anche Andrea. Come leggiamo dalla loro pagina facebook: il primo lavoro : Colorermetico : del 2012 vede la partecipazione di Filippo quale co-scrittore dei testi e delle musiche. Nel 2015 esce :Manifesto Intrepido:. Ludovico ha composto suonato musica e testi interamente avvalendosi in fase di post-produzione e realizzazione suoni di Andrea. Debutta in un paio di pezzi la splendida voce di Sara . Andrea entra a far parte attivamente del progetto nel febbraio 2015.

Invece dal loro profilo facebook leggiamo che Polaris : il nuovo album dei Wanda Wulz uscirà per Eibon Records prima dell’estate. Conterrà collaborazioni con Marcello Turcato, Gianni Pedretti, Diego Banchero, Andrea Carta,Sara Lepri e Mauro Berchi.

Wanda Wulz :Manifesto Intrepido:

La musica dei Wanda Wulz è oltremodo profonda e intima e piena di poesia e di splendore. Ascoltando le loro canzoni sembra di navigare in una dimensione ignota e piena, tra l’altro, di grazia e candore. Alberi e nuvole è il primo pezzo di :Manifesto Intrepido:. Quanta luce scorgiamo in questa canzone dai suoni pregiati e sopraffini. Nella canzone ascoltiamo: “dimmi cosa rimane dei sogni e delle stelle”. Infatti, la musica di questa band sembra portarci proprio tra i sogni e le stelle in un mondo onirico e siderale.

Domani è il secondo pezzo dell’album e presenta suoni ampi e distesi. Zampilli sonori attraversano la canzone e donano dolcezza e magia. Quanta poesia e quanta delicatezza traspare da questa canzone fervida e appassionata. Un paesaggio idillico, inoltre, viene descritto dal testo della canzone. Profondità e forza trasmette la musica dei Wanda Wulz.

Il Battito contiene suoni ipnotici e lancinanti, suoni cupi e tenebrosi che formano una sorta di atmosfera lugubre e funerea, atmosfera attraversata da parole sussurrate come succede spesso nelle canzoni dei Wanda Wulz. Che atmosfera sottile ed impercettibile appuriamo in Perché, canzone dalla pregiata fattura, canzone oltremodo elegante.

Giorni e ore arriva con irruenza ed energia e stupisce l’ascoltatore con i suoi suoni alquanto magnetici e destabilizzanti. Nella canzone ascoltiamo: “Io non ricordo più, ma va bene così. Io non ricordo più, ma va bene così”. Testo che trasmette vaghezza e tanto vuoto. In questa canzone la musica trasmette anche tanta speranza…In L’effetto che fa ascoltiamo tappeti sonori che trasmettono ansia e di sgomento oltre a disegnare abissi arcani ed impenetrabili. Quanta oscurità c’è in questa canzone. Verso la fine di questo pezzo, che è un piccolo capolavoro di questa band, ci sono anche suoni sci-fi alquanto penetranti e suggestivi.

Il tempo del silenzio è oscura come la canzone precedente e trasmette un fascino sinistro ed inquietante. Una voce robotica attraversa la canzone e le dona un qualcosa di veramente originale e sbalorditivo. Quanto impeto e passione trasmette questa canzone oltremodo tenebrosa e cupa.

http://wandawulz.bandcamp.com/

pagina facebook