Crea sito

>>Un cambiamento agognato da un intero paese

Gli ultimi sondaggi danno Monti oltre il 33% dei consensi.

Monti, il quale ha affernato più volte di non voler candidarsi per le prossime elezioni politiche, potrebbe essere “l’asso della manica” o di uno dei partiti che ora sostengono il governo oppure di formazioni politiche, che fanno riferimento alla borghesia imprenditoriale italiana e ai tanti professionisti di “fede” liberale, come “Fermare il declino” di Oscar Giannino o Italia Futura di Montezemolo.

Dopo il “fallimento” del ventennio berlusconiano con il “naufragio” delle promesse di una nuova Italia più liberale, la borghesia “di destra” italiana sembra voler “scendere in scena” con nuovi personaggi e nuove “energie” per dare all’Italia un nuovo volto liberale, un volto competitivo da opporre alla crescita di tanti paesi emergenti.

Personaggi come Montezemolo, Marcegaglia, Passera e altri ancora sembrano pronti a fondare un partito o una serie di partiti che rappresenti le “istanze” della nuova destra dopo lo “sfacelo” e la delusione “targata” PDL.

Che sia dovuto al partito di Grillo o alla nuova destra che scende in campo o ad altro ancora le prossime elezioni politiche porteranno tante novità e saranno quelle novità che dovranno dare un nuovo volto al paese in senso liberale, socialdemocratico, progressista o in altri sensi ancora.

Un paese il nostro che è arrivato ad un “punto cruciale”, come si vede dallo “spirito” di tanti cittadini che “combattono” per il cambiamento agognato da un paese intero.

Un cambiamento non fatto di parole come spesso succede in Italia ma di “fatti” concreti, di rivoluzione del pensiero e delle mentalità.