UkuLele: fuori il video di “Coatta”

Dopo essere stato una delle grandi rivelazioni della terza edizione del  Sei tutto l’indie Fest al Monk (Roma) lo scorso 18 maggio, esce il video di Coatta di UkuLele, già presentato in anteprima assoluta allo stesso Festival.  Nel video, diretto da DemaniaK Films, viene descritta la quotidianità dei due protagoniscti attraverso due scenari paralleli: lei “coatta” nella sua stanza si prepara all’uscita del sabato sera e lui con degli sguardi che tradiscono la sua svogliatezza fa altrettanto. L’unico sguardo scambiato sarà denso di emozioni.

UkuLele, al secolo Emanuele Colasanto, ha voluto giocare sull’ambivalenza del termine coatta, parola utilizzata di frequente (al limite dell’ossessivo) nella sua città, Roma.

Coatta rappresenta qualcosa di fico, qualcosa che spacca ma, al tempo stesso, denota quell’atteggiamento di chi segue pedissequamente una moda senza porsi troppe domande.

Con un brano dai toni provocatori ma al tempo stesso leggeri, UkuLele si diverte a fare un po’ di (auto)ironia su situazioni in cui tende a ritrovarsi e, perché no, ad incastrarsi tutti i giorni. Perché si sa, spesso e volentieri, si finisce per restare affascinati proprio da ciò che tendiamo a criticare più di tutto.

Produzione affidata a Delta, che curerà il sound dell’intero EP in uscita a giugno per TooMuchFresco.

Il 25 maggio UkuLele sarà special guest del concerto di Federico Fabi al Pierrot Le Fou (Roma).

CREDITS – VIDEO
Regia: DemaniaK Films
Montaggio: DemaniaK Films
Sceneggiatura: TooMuchFresco & DemaniaK Films
Produzione esecutiva: TooMuchFresco

CREDITS – MUSICA
Testo e voce: Emanuele Colasanto aka UkuLele
Produzione: Federico Inciocchi aka Delta
Rec, mix & master: Sottoscala Recording Studio (Roma)
Artwork: TooMuchFresco

TESTO
È sabato sera vorresti fare di tutto
Ma tu non sai con chi farlo e quindi scrivi su un gruppo
Sempre solite cose
Sempre il solito posto
Volevi stare con lei
Ma lei non ti ha risposto
E sarà il caldo
E sarà il freddo
E sarà l’università
Ma stasera come sempre di uscire non mi va
Di parlare con le donne della disparità
Mangiando convinte Tofu e Seitan
Passa un’altra notte
Passa un’altra ora
Lei che si innamora
Lei che resta solaX2
Lei che fa la coatta
Prende tutto e scappa
Perché quello che ha ormai non le bastaX2
Mi vuole così tanto che si inventa un gioco
In cui fa finta di volermi poco
In cui mi risponde a tono
In cui non si comporta a modo
Mi porta a vedere un film lento
Prima mi siedo e poi mi addormento
Parla da ore ed io non la reggo
In bocca un drum che però è sempre spento
Pago io
Spendo una piotta perché è fan del bio
Ha un modo tutto suo di credere in Dio
Mi porta a una mostra a vedere quadri che se avessi tempo farei anche io
Però mi piace eppure tanto
Non so cantare eppure canto
Davanti agli altri mi bacia a stampo
Fa la coatta io faccio il coatto
Passa un’altra notte
Passa un’altra ora
Lei che si innamora
Lei che resta solaX2
Lei che fa la coatta
Prende tutto e scappa
Perché quello che ha ormai non le bastaX2
E non le basta più
E poi mi tratta male e non le basta più
Non mi vuole parlare e non le basta più
E non le basta più
Non sa più come amare e non le basta più
E non vuole cambiare non le basta più
E non le basto più e non mi basta più
Lei che fa la coatta
Prende tutto e scappa
Perché quello che ha ormai non le bastaX2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.