Crea sito

>>Tremendi mostri da sfamare

Le risorse energetiche si riducono sempre più come ad esempio i combustibili fossili mentre la società contemporanea è sempre più improntata verso una crescita “incontrollata”.

Non si considera quale sia la “sostenibilità” del pianeta e quali siano i limiti della “crescita infinita”.

Come molti sostengono bisogna ripensare il modello economico e sociale capitalista e neoliberista: bisogna ripensare l’attuale modello economico e improntarlo di più verso una crescita razionale e controllata e soprattutto bisogna incentivare l’uso delle fonti di energia rinnovabili e promuovere la logica del risparmio energetico.

C’è bisogno di un’economia che salvaguardi l’ambiente e gli ecosistemi e con essi la vita delle persone. Bisogna valutare e prendere in considerazione anche modelli alternativi alla crescita come ad esempio la “decrescita” promossa da tanti movimenti.

Inoltre è essenziale capire che se si va avanti in questo modo un giorno a causa delle risorse energetiche ci troveremo in una “guerra di tutti contro tutti”.

È necessario promuovere un’antropizzazione del pianeta in equilibrio e in armonia con la natura e con gli ecosistemi: “sfruttare all’infinito” porterà solo a “disastri inimmaginabili”.

I consumi “sfrenati”, i tanti comfort e le tante tecnologie con tutta l’energia di cui hanno bisogno stanno raggiungendo un numero a dir poco “eccessivo”: tali consumi di energia non sono attuabili a lungo se il pianeta non è in grado di fornirci altrettanta energia che possa rendere possibile tutto ciò.

Le città e le metropoli in cui viviamo sono ormai “tremendi mostri” che hanno bisogno di essere “sfamati” in modo costante dal punto di vista energetico: fino a quando sarà possibile sfamare città in crescita costante? Città che hanno raggiunto dimensioni “colossali” impensabili fino a qualche secolo fa…Fino a quando sarà possibile andare avanti in questo modo?