Crea sito

The Shameless – “Blossoms”

Ippolito Nicolini(voce), Gianpaolo Cassarino(basso), Alberto Difalco(batteria), Giuliano Spadaro(chitarra) e Gaetano Scribano(chitarra) formano la band The Shameless, band di Ragusa. Qui parliamo del loro disco dal nome “Blossoms” che abbiamo avuto il piacere di ascoltare. Quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Si parte con Eyes Of Spy (Perfect Rage) che presenta sonorità post punk/dark wave/gothic che fanno pensare a band come The Sisters of mercy, Joy Division, The Cure e gli U2 di qualche decennio fa. Un gran pezzo con gran lavoro di basso e cantato tanto accattivante.

Si continua con We’re Timeless con sonorità simili a quelle ascoltate nella canzone precedente. Qui grande lavoro anche delle chitarre tanto sognanti e luminose con le loro sonorità. I tempi di batteria sono non troppo arzigogolati e trasportanti abbinati con le linee di basso tanto ruvide. Il cantato di Ippolito Nicolini è tanto emozionante. Verso il finale troviamo un crescendo che ci fa “trasalire”, davvero elettrizzante.

Starlight Shadow è più vellutata, con alcuni passaggi psych rock niente male che portano il pensiero a band 70’s, Pink Floyd se vogliamo ma anche altro. The Look Of Desire parte offre sonorità abbastanza abrasive. Anche qui ancora sonorità tra postpunk e new wave. Una canzone certamente esaltante con alcuni riff proprio indovinati.

Numbness è la più profonda della serie dove ascoltiamo alcune cose davvero interessanti: sonorità tanto evocative e psych rock che sembrano fondere certi The Cure con certi Pink Floyd. Anche qui sequenze sonore tanto catchy si stampano nella nostra memoria. Ogni tanto le sonorità psych rock assumono i connotati dello shoegaze e non parliamo solo di Numbness.

The witness man sembra una sorta di ballata rock “geneticamente modificata” con qualcosina di onirico e mentale sparso. Monalisa sembra riprendere la canzone precedente e approfondirla: una sorta di “part 2”.

Un disco Blossoms per gli amanti di postpunk/new wave/psych rock/shoegaze/, un disco pieno di stimoli e sonorità intriganti. The Shameless recupera sonorità di qualche decennio fa con scrupolosa attenzione cercando di re-interpretare e di imprimere la propria anima a quelle sonorità. Tentativo certamente riuscito perché i The Shameless risultano tanto attraenti con il loro sound, ma davvero attraenti. E diciamo questo perché alcuni passaggi sonori ascoltati sono davvero irresistibili. Quindi, come voto diamo un 80/100 a Blossoms. Da non perdere assolutamente!