THE BARSEXUALS + THE BAWBAGS live al Caseificio La Rosa

Lunedì 30 Aprile 2018 si esibiranno sul palco dell’Associazione Culturale Caseificio La Rosa due gruppi che vi stropicceranno le orecchie (https://www.facebook.com/events/188762425093709/)

> THE BARSEXUALS (https://discofuturissimo.bandcamp.com/album/the-barsexuals-black-brown-and-white)

> THE BAWBAGS (https://www.facebook.com/thebawbags/)

Ingresso a sottoscrizione 5 Euro / Riservato ai soci / Tessera vitalizia 5 Euro

Apertura porte: 22.30
Inizio concerti: 23.00

Dove:
http://www.caseificiolarosa.org/
Associazione Culturale Caseificio La Rosa
via Romana 200/1 Poviglio (RE)
Sul navigatore impostare: “Associazione Culturale Caseificio La Rosa”

Informazioni:

The Barsexuals è un trio pugliese (Lucera-FG) che suona da oltre 10 anni in giro per i locali underground della penisola.Nel 2016 incidono il primo album “Black brown and white” che è un concentrato di blues e punk incandescente come lava; una grassa chitarra tritatutto e una batteria malmenata con cazzimma da Igor Mortis (Female Troubles, Duodenum, Number 71, per citarne solo alcuni) incorniciano il vocione rude e saturo di carisma di Reverend Red Valentine. Un disco registrato in presa diretta, senza sovraincisioni e in un giorno e mezzo. Il risultato è un rozzo, sporco, sudato blues-punk, soul-punk, garage-blues… chiamatelo come accidenti vi pare! I live invece, sono semplicemente senza freni!

The Bawbags – Tutto cominciò all’inizio del 2014 e doveva trattarsi di un progetto a termine: quattro elementi provenienti dalle più disparate esperienze musicali locali che si incontrano non più al pub o ai concerti ma in sala prove. Wally alla voce (Mr. Tomato e innumerevoli altre band), Maxi al basso (Filthy Rich, Mercabelo, 5quid), Bruce dietro ai tamburi (Coprofili e attualmente Ninety Degrees) e Giga alla chitarra (con un passato e un presente piuttosto Punk Hardcore) eravamo decisi a proporre un genere che spazia dal garage al protopunk. Nel 2015 Wally decide di abbandonare il progetto (unico dei 4 fedele agli intenti iniziali: progetto a termine), così Maxi si improvvisa bassista-cantante. Da allora non ci abbiamo ancora mollato

Caseificio La Rosa: associazione culturale no profit, apartitica ed autogestita che opera nell’ambito culturale e dell’intrattenimento. L’obiettivo principale è condividere, diffondere e promuovere cultura in un contesto libero e slegato dalle logiche del mercato. Le persone impegnate nella gestione/organizzazione dell’associazione sono volontari e tutti i ricavati delle iniziative vengono reinvestiti per realizzare altri eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.