TEO GFO – Fiori

Sono stato infettato e da ieri sera canticchio solamente ‘papparara para papparara’ con accento strascicato cercando di imitare Teo gfo nel ritornello del suo ultimo singolo ‘Fiori’, disponibile dal 4 Marzo sulle piattaforme streaming e download.

Per dare importanza a questo singolo, voglio fare qui il mio statement: dobbiamo smetterla di chiamare ‘indie’ il pop e il rock suonato male, perché lo facciamo solo in Italia e speriamo non si sappia all’estero perché facciamo brutte figure! ‘Indie’ viene dall’inglese ‘independent’ ovvero, che non dipende da etichette ‘major’ o mainstream e spesso si tratta di autoproduzioni. In Italia le etichette hanno fiutato il sottobosco di creatività emergente e hanno commercializzato uno standard apparentemente basso con il risultato di canzoni che si somigliano un po’ tutte creando il genere ‘indie’ … che c’é solo da noi e a cui molti artisti dell’underground adesso tentano di uniformarsi creando ulteriore piattume creativo… Per favore non definiamo ‘indie’ questo autore, ma inseriamolo invece in un contesto di neo-cantautorato genuino e auto-prodotto, naturalmente influenzato dal contesto musicale in cui vive (e quindi anche l’indie nostrano) ma che ci riporta ad un fare musica un po’ come si faceva una volta, creando anche l’atmosfera da serata ‘ubriacosa’ che ci unisce e ci fa cantare insieme.

Ricordate?…noi tardoni nati negli anni ’70 siamo cresciuti a forza di schitarrate sulla spiaggia, o sui prati, o sulle piazzette, circondati dagli amici… Questo é il mondo in cui mi ha riportato Teo gfo. E dietro questa apparente scanzonatezza che si cela invece un messaggio piú profondo, addirittura un concept, risalire e ricomporsi dopo una forte delusione, di cui ‘Fiori’ é una tappa.

Infatti si tratta di una traccia dell’album ‘La Città del Sole’ dove canzone dopo canzone é espresso il viaggio verso la rinascita seguendo la luce. I fiori sono un simbolo di speranza, una cosa bella e naturale…facili da trovare per cui si pensa che siano legati alla semplicità, ma la loro bellezza é data dalla loro unicità e dalle sfumature di colore tutte uniche e irripetibili.

Nel testo, i fiori vengono usati per fare un semplice regalo per sentirsi meglio, per iniziare una relazione, per ricordare un legame del passato, amori nati, finiti, mai sbocciati oppure ancora fioriti anche in tarda età.

Diciamo grazie a Teo gfo per risparmiarci autotune, testi sconclusionati e vocalità lamentosa col fine di emozionarci fino alle lacrime (questo lo fanno gli indie). Abbiamo invece un testo semplice con frasi complete, a tal punto da cozzare con la metrica necessaria…ma sta dicendo qualcosa e vuole essere ascoltato. E il ‘papparara’ del ritornello é veramente contagioso – una influenza un po’ indie é vero…ma in questo contesto riapre capitoli storici del cabaret di qualità di Iannacci, Cochi e Renato o la vecchia gloria di Rino Gaetano! E di quest’ultimo che nella scelta degli strumenti e nel mood il nostro Teo Gfo si avvicina nell’arrangiamento, con un suonato non esattamente a punto (e non so quanto volutamente), ma per questo non di facile riproduzione e quindi unico…come le sfumature di colore di un fiore. La struttura e i cambi di accordi seguono la metrica del testo che a volte fatica a stare nelle battute riservate alla strofa o al ritornello…Insomma sarebbe la classica canzonetta da 4 accordi, ma con una certa imprevedibiltà di quando l’accordo entra o cambia la parte.

Abbiamo come risultato una canzone non scontata perché in questo modo costringe all’ascolto. E poi arriva il ‘papparara’ a salvarci, unirci tutti e farci cantare insieme dopo aver ascoltato bene il messaggio. Infine…ripartiamo dall’inizio… dal tocco di classe dell’intro con clarinetto e fisarmonica da bistrot parigino – che rimarrà per tutto il brano con fraseggi subliminali che danno una dimensione in piú all’atmosfera del brano. Giuseppe Loller è autore della grafica dell’artwork. Arrangiamento, Mix: Marco Taurisano. Master: Carmelo Avanzato.

A cura di RikiAbi

Link del video: https://youtu.be/s2MWQ5coEOo

Web links:

https://open.spotify.com/artist/1yIUJ3EHvFa6gxw9UnLT2j

https://www.instagram.com/teo_gfo/

https://www.youtube.com/channel/UCJoc2AIvqHcRGT5fmWWDAKg

https://www.facebook.com/gu.fo.146/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.