Crea sito

>>Stiamo forse attraversando quel “caos sistemico” di cui parlava un po di tempo fa l’economista Giovanni Arrighi?

Christine Lagarde ha annunciato: “L’outlook sulla crescita globale prevede qualcosa in meno a quanto abbiamo anticipato soltanto tre mesi fa”. Mario Draghi proprio ieri ha aggiunto: “C’è un indebolimento della crescita in tutta l’area euro, anche in quei Paesi che prima continuavano a crescere”. Quindi le perplessità sulla risoluzione della crisi dell’euro e della crisi economica a livello globale continuano a crescere. Ora cominciano a preoccupare anche i paesi che fino adesso avevano resistito al “contagio” della crisi: infatti il rallentamento dal punto di vista economico riguarda anche i Brics (Brasile, Russia, India e Cina), ossia i grandi mercati emergenti.

Stiamo forse attraversando quel “caos sistemico” di cui parlava un po di tempo fa l’economista Giovanni Arrighi?

In uno dei scenari possibili sul futuro ordine economico mondiale Arrighi teorizza la fine dell’egemonia statunitense a cui seguirà una fase di caos sistemico nel quale nessuna superpotenza economica riuscirà a prendere il posto egemonico che fino a poco tempo fa hanno occupato gli Stati Uniti. Questo segnerà forse la fine del capitalismo e conseguenze molto gravi per tutta l’umanità. Si riporterebbero indietro di secoli le lancette del sistema storico, del mondo in cui viviamo

1 thought on “>>Stiamo forse attraversando quel “caos sistemico” di cui parlava un po di tempo fa l’economista Giovanni Arrighi?

  1. Sono convinto che le cose stiano in questo modo, cioé che siamo alla fine dell’egemonia economica dell’occidente e quindi anche del capitalismo cosi’ come lo abbiamo conosciuto fino ad ora, ma non credo prorpio che questo sia un male per l’umanità, certo lo sarà sicuramente per l’Europa e per l’occidente in generale ma, forse, questo periodo di “caos sistemico” aprirà le porte ad uno sviluppo più equo e più sostenibile. Ovvio che noi europei eravamo più contenti fino a quando le materie prime venivano importate dal resto del mondo a prezzi ridicoli, generando sviluppo e crescita da noi e fame e sottosviluppo nel resto del mondo…
    Questa situazione vergognosa sta finendo.

Comments are closed.