Crea sito

>>Siamo davvero felici?

La crescita economica, lo sviluppo, l’innovazione, la tcnologia, portano davvero la felicità?

La società consumistica ci ha portato tanti beni, tanti prodotti che hanno fatto si che la maggior parte delle persone si allontanassero da condizioni di povertà e di emarginazione sociale: però ha fatto aumentare anche la criminalità, la corruzione,il traffico di sostanze stupefacenti, l’uso di psicofarmaci e così via.

Riguardo all’uso di psicofarmaci, sempre più in aumento negli anni recenti, essi sono diventati la “panacea” per coloro che soffrono di depressione o di altre malattie psichiche.

Inoltre la nostra società super-avanzata ha dato vita a fenomeni come il surriscaldamento globale e l’inquinamento ambientale: questi fenomeni hanno portato all’aumento degli eventi catastrofici di causa naturale come uragani e tempeste tropicali oppure hanno portato all’aumento delle precipitazioni che provocano anch’esse disastri e calamità.

Tutto ciò che di negativo ha portato la nostra societàneoliberista e capitalista è il prezzo che dobbiamo pagare per il nostro benessere, che poi, a pensarci bene, risulta il “vero” benessere di “pochi” al confronto di un benessere che potremmo definire “normale” di tutto il resto della società.

L’opulenza, l’abbondanza e la “felicità a tutti i costi” sono valori che ci vengono propinati ogni giorno: viviamo come in un mondo “ovattato” in cui una miriade di insegne luminose ci distrae e ci diverte e non ci fa rendere conto di tutto il “negativo” che stiamo producendo.