Raffaella Piccirillo – “AIRAM R. – the other Side of me”

Si parte con “Roll the Dice (Knock’em Dead)” con questi refrain di synth e vocalità che sembrano seguire le orme di cose alla Grimes, di qualche anno fa dell’artista canadese, la Grimes dei primordi. Grande vocalità estesa da parte dell’artista e questi inserti electro rendono il tutto tanto piacente, attrattivo. Subito notiamo grande qualità nella produzione sonora, nel mixing e anche nel master. Infatti, Raffaella Piccirillo da tempo è cantante e con l’elettronica pure “smanetta” da tempo. Già con “Roll the Dice (Knock’em Dead)” ci rendiamo conto che qui abbiamo di fronte un’artista dal percorso virtuoso, un percorso fatto di esperienza, maturazione, consapevolezza e tanto talento. Il chorus è stupendo e richiama tanto il focus dell’ascoltatore. Come non notare pure le armonie e le melodie trovate? Ottimo lavoro per noi….

“Torments” ci porta dei piano e sonorità alla Depeche Mode. Quanto è grave quel piano, austero. Una strumentale breve e suggestiva a nostro parere con alcune disarmonie che funzionano proprio bene. “In the Mirror” inizia con questo altro piano tanto squillante, da colonna sonora cinematografica, sul quale si inserisce poi il cantato di Raffaella. Qui variazioni intriganti e questo cantato tanto sensuale. Grande senso del ritmo, niente da dire. Verso la metà dei synth bassi “prepotenti” che ci gasano tanto. Sicuramente siamo in territorio dark pop, cose alla Omnimar o Night club(band di Los Angeles) per intenderci.

“My Identity” è il “cavallo di battaglia” con il suo chorus irresistibile e presente anche con un video su Youtube(link al video). I cori arricchiscono tanto la canzone come pure questi tappeti sonori tanto mentali. Una canzone dove si mette insieme dark pop/synth pop con qualcosa di indietronica o downtempo volendo. I versi ripetuti/chorus, come già accennato, impreziosiscono tanto la canzone. Stessa cosa si può dire per alcuni arpeggiatori in stile sci-fi.

Diamo il benvenuto a questo nuovo progetto musicale di Raffaella Piccirillo, un progetto musicale che ci gasa tanto e Raffaella che sia indie rock o electro dimostra sempre di “avere la musica nel sangue” e di avere quel quid che forse ad altri manca.

“AIRAM R. – the other Side of me”: questo titolo mi ha fatto subito pensare ad Airam, versione oscura di Maria, protagonista del film “Look Away – Lo sguardo del male”, interpretata Maria da un’eccezionale India Eisley). Quindi, un progetto oscuro e profondo allo stesso tempo, un progetto che è in linea con molte band sopra citate perché Raffaella Piccirillo è senza dubbio anche un’attenta ascoltatrice di tante “istanze musicali” che da anni si stanno affermando dato il suo ruolo di speaker radiofonica….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.