Crea sito

>>Premiere: Perpacity – Arise

Perpacity è un duo composto da Ian Harling e Martin Nyrup, I quali abitano rispettivamente a Bristol (UK) e Copenhagen (Danimarca). La loro musica offre un connubio tra synthpop e dance-pop, un connubio oltremodo riuscito a nostro giudizio.

Perpacity ha pubblicato il suo album di debutto The Sinner Inclination nel 2015. Da allora questa band ha pubblicato diversi singoli come Obscene, Save Me e Volatile Cohesion.

Il nuovo album di Perpacity si chiama Arise e sarà pubblicato il 7 ottobre 2016. Di questo album abbiamo ascoltato il singolo dal titolo 9725. Quest’ultimo presenta suoni alquanto dark, suoni oltremodo ruvidi che fanno pensare ad alcune canzoni dei Depeche Mode. Questa canzone è davvero affascinante: ci ha colpito molto per il suo essere alquanto provocante e suadente ma anche tanto pulsante e piena di vigore.

Di Arise abbiamo ascoltato anche In the beginning. Il sound di Perpacity è gotico ed estremamente ammaliante. Spesso dei suoni sci-fi attraversano le loro canzoni. La loro musica sembra molto adatta per un film di fantascienza. Tutto questo è molto chiaro se ascoltiamo anche Sundown, pezzo alquanto robotico e pieno di energia e dinamismo. Sprazzi di luce attraversano questa canzone stupenda.

Sono stato sempre un “amante eccessivo” dei Depeche Mode e non può che piacermi questa band che me li ricorda tanto. Perpacity ci porta in una dimensione aliena alquanto inquietante: ascoltare Sundown equivale a fare un viaggio nell’ignoto, nell’imperscrutabile. Il nero è il tema dominante di questo album.

Arise da il titolo all’album e offre una malinconia di incomparabile bellezza. Il cantato è caldo e appassionante e tocca le corde dell’anima con la poesia che trasmette. Quanto è emozionante e toccante questa canzone! La musica di Perpacity è elegante, è oltremodo sopraffine e mostra una ricercatezza sonora strabiliante. Come non innamorarsi di questa band!

Invece, Carry me on è, all’inizio, lugubre e angosciante. Poi arrivano bagliori sonori speranzosi e luminescenti. Abbiamo ascoltato anche Corina, pezzo piuttosto arrembante e robotico. Ci aspettiamo grandi cose da questa band: per noi Arise è un piccolo capolavoro del genere synthpop!

pagina facebook