Crea sito

>>Norhod – Voices from the ocean

I Norhod nascono nell’estate del 2009, con Michele Tolomei (tastiera), Giacomo Casa (growl), Giacomo Vannucci (chitarre) e Andrea Stefani (chitarre). La band si impegna totalmente nella composizione di pezzi propri con l’idea di dar vita alla prima demo, ma per quasi due anni dalla nascita del progetto i Norhod attraversano una fase di repentini cambi di formazione.

Finalmente nel 2011 raggiungono una formazione stabile con l’arrivo di Francesco Aytano (batteria), Matteo Giusti (basso) e Clara Ceccarelli (voce) e con questi componenti i Norhod riescono a registrare il loro primo EP completamente autoprodotto: “Arianrhod”, uscito nel marzo del 2012. L’EP suscita ben presto l’interesse del produttore Wahoomi Corvi e dell’etichetta Wormhole Death.

Finita la stesura del primo full-lenght finalmente firmano il contratto discografico ed ed entrano al Realsound Studio di Parma per registrare “The Blazing Lily” (prodotto dai Norhod e Wahoomi Corvi, mixato da Wahoomi Corvi, masterizzato da Mika Jussila (Finnvox Studios)) che è stato rilassciato il 10 settembre 2013 in versione digitale ed il 7 ottobre in versione fisica.

Nel gennaio del 2016 pubblicano Voices from the ocean con Wormhole Death. I Norhod sono una band symphonic metal e in questo lavoro due sono gli assi portanti: la voce bellissima di Clara che si oppone in modo antitetico ai growls che attraversano le canzoni.

Come ascoltiamo in Endless Ocean la loro musica è alquanto gotica e profonda ed esprime sia tormento che passione. Il loro symphonic metal spesso assume i connotati del gothic metal. Quanta energia e quanta potenza ascoltiamo in questa band dal piglio assolutamente irruente ed aggressivo oltre che celestiale e leggiadro.

The abyss of knowledge ci fa capire ancora meglio con cosa abbiamo a che fare: una band in stile Nightwish che trasmette colori e suoni bluastri, colori e suoni alquanto emozionanti ed affascinanti. July rain è piena di poesia e profondità, una canzone alquanto leggiadra che mostra in pieno le qualità vocali di Clara. La sua voce è angelica, melanconica, stupendamente brillante. Invece, Bleeding path mostra un impeto furibondo e travolge letteralmente l’ascoltatore.

Son of the moon è celestiale e alquanto epica e fiabesca. La voce femminile in questo pezzo ci porta in un’atmosfera sognante, surreale. Farthest dream presenta un ritmo e dei riff pazzeschi. I Norhod sono una band che mira a portare l’ascoltatore in un reame di incredibili meraviglie, un reame popolato da forze primigenie di indicibile violenza, un reame popolato anche da angeliche creature, un reame tra realtà ed immaginazione.

pagina facebook

http://www.norhod.com/index.html