>>Noesis – Noctis Visio

Noesis è una one man band fondata nel 2013 nelle terre di Basilicata da NN. Il nome deriva dal greco antico ( νόησις): “Noesis” è infatti, secondo la filosofia platonica, il più alto grado della conoscenza, ossia quello che ha per oggetto le pure idee.

Noesis è un progetto ambient – black metal che ha avuto il suo battesimo discografico nell’ottobre 2015, partecipando con la cover di “Resplendency”, ad un disco tributo a Lustre: “The Light of Eternity – a Tribute to Lustre”, edito dalla piccola etichetta messicana Silentium in Foresta (SIF047). Successivamente, nel luglio 2016, viene pubblicato il primo EP di inediti,Noctis Visio”, con la bresciana Masked Dead Records, in formato digitale ed in mini cd (MDR – 012). Anche in questo caso, come per la cover di “Resplendency”, le fasi di registrazione e produzione dei brani sono state curate in autonomia da NN.

Noctis Visio è un disco prevalentemente strumentale e, quando la voce interviene, lo fa sia con testi originali (in Limina Insaniae) sia con citazioni poetiche (In Last Prayer of a Sad Spirit, con alcuni versi dell’ “Alastor; or, The Spirit of Solitude” di P.B. Shelley).

Noctis Visio vuole provare a dar corpo alle sensazioni che popolano, nella loro complessità, i diversi regni della notte: dallo stupore di un tramonto visto placidamente sfociare nei colori della sera, allo smarrimento dell’individuo nell’indeterminatezza della notte, dall’inquietudine di un buio denso e fitto alla tranquilla carezza di una pioggia mattutina.

In questo album ascoltiamo atmosfere sonore dense di tetraggine: Noesis ci porta nell’oscurità più tetra, ci porta in dimensioni arcane ed ancestrali. Nel disco in questione ci sono influenze black metal e post black metal. Ci sono anche richiami heavy e suoni acustici, miscelati nel letto di un fiume ambient per tratteggiare le diverse immagini narrate.

Noctis Visio offre visioni vivide piene di fascino: con la sua musica Noesis prova a farci entrare nei recessi più reconditi del nostro animo. Noctis Visio è lacerante, è sconvolgente, è quantomeno travolgente con le sue suggestioni sonore piene di malia.

Melodie accattivanti, paesaggi pieni di oblio, fiammate irruenti, bagliori sonori: questo e altro troviamo in questo disco che mira a portare l’ascoltatore in una realtà cupa e decadente. Quanta ricercatezza sonora c’è in Noctis Visio, un’opera di pregiata fattura di flessuose onde sonore. Quindi, come non consigliare questo lavoro ai nostri lettori, come non consigliare questo lavoro a tutti coloro che stravedono per sonorità dark ambient o black metal di un certo spessore.

pagina facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.