>>NeroArgento – One against all

NeroArgento è una one man band che raccoglie molte influenze musicali: grunge rock, musica elettronica, influenze orchestrali, suoni distorti e industrial. Non manca l’impronta metal nella musica di NeroArgento, musica di grande espressione, musica di grande impatto. Molta musica di questo artista è stata usata come musica per trailer di videogame o per colonna sonora di film per il web. Nel 2016 NeroArgento ha pubblicato One against all con Go With Me Records. System failure ha ascoltato questo album e queste che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Già dal primo pezzo dell’album in questione, dal titolo Soldiers of afterlife, abbiamo subito a che fare con la musica electro di NeroArgento. Questa canzone ci porta sonorità alquanto dance, sonorità dark e guizzi pulsanti con una cassa solida di accompagnamento. Qui ascoltiamo l’influenza di band come Black Light Burns e Nine inch nails. Poi arriva Kill the lies e anche qui troviamo una cassa alquanto robusta con tanta prestanza espressa sotto forma di onde sonore di grande vigore. Troviamo anche passaggi atmosferici e altri passaggi synthpop.

Invece, Liar, per alcune sonorità, ci fa pensare a band come Psy’ Aviah e Depeche Mode. Altra band che ci viene in mente ascoltando NeroArgento è Powerman 5000. Infatti, nella nostra band non mancano influenze industrial mental. Di certo c’è anche l’influenza di band come Chemical brothers e Prodigy su NeroArgento.

La title-track One against all è una traccia di forza e potenza. Qui ascoltiamo l’influenza di Elliphant e Iggy Azalea. Come non notare l’impronta hip hop presente in questa traccia. On your own comincia con spirali sonore ammalianti. Poi arrivano bordate sonore sferzanti accompagnate da una cassa dance e poi da un climax che ci porta ancora tanto industrial metal alla Powerman 5000. You won’t kill me again propone altre spirali sonore di grande effetto e altre pulsazioni dirompenti. Ci sono anche esplosioni sonore di grande impatto in questa canzone. Non dimentichiamo anche l’influenza di artisti dance come David Guetta e Skrillex su NeroArgento e queste parole sono chiare se ascoltiamo Stand Alone.

Don’t touch me when I’m drunk presenta energia ed impeto in grande abbondanza. È qui che l’influenza di formazioni come Nine Inch Nails e Powerman 5000 si fa sentire tanto. Don’t touch me when I’m drunk è uno dei migliori pezzi di questo album a nostro giudizio. This wall of anger comincia con tappeti sonori affascinanti. Poi entra un cantato forte ed appassionato, come lo è in gran parte di questo album. Anche qui suggestioni dance e suoni duri e marcati si fondono alla perfezione generando un sound a tratti impressionante. Anche This wall of anger è un pezzo notevole di questo album.

One against all è un piccolo capolavoro per gli amanti di una certa elettronica e di un certo industrial metal. Con questo album NeroArgento ci mostra tanta maestria, tanto talento: è un album da non perdere assolutamente. Soprattutto perché tanto variegato e pieno di stimoli…

pagina facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.