Migliori band settembre 2018

Con settembre arriva l’autunno e tante altre novità musicali su System failure, novità che ci apprestiamo a svelarvi con la nostra consueta classifica di fine mese. E non dimenticate che per noi l’originalità e la sperimentazione sono di importanza fondamentale…

7)a place both wonderful and strange

“a place both wonderful and strange è una band Brooklyn-based che fa musica occult/electronic/dance ed è formata da Shanda Woods, Laura Hajek e Russ Marshalek. Dark, votata alla sperimentazione elettronica con qualche tratto di dance music risulta oltremodo affascinante e suggestiva”

https://www.systemfailurewebzine.com/a-place-both-wonderful-and-strange-the-city-smells-like-cat-spit/

6)Faia

“Un disco “Vuoto Sincronizzato” che dimostra sia influenze alternative rock italiche che sonorità electro provenienti dalle nostre terre come dall’estero. Faia ha messo insieme un sound abbastanza intrigante. La sua musica dimostra un certo appeal, non passa di sicuro inosservata: anzi, in alcuni tratti, per il suo essere lievemente oscura ed ammaliante, ci attrae come un fiore proibito”

https://www.systemfailurewebzine.com/faia-vuoto-sincronizzato/

5)Il Cervello

“Il Cervello trasmette tanta rabbia e tanta passione con il suo rappato. Con la sua musica e con le sue parole tanto incalzanti arriva sia al nostro cuore che al nostro cervello a differenza di tanti artisti che esprimono solo tecnica senza anima. Secondo noi, questo progetto musicale conquisterà una buona fetta dell’ascolto alternative e hip hop”

https://www.systemfailurewebzine.com/il-cervello-spirale/

4)Scarlet Aura

“Scarlet Aura offre innanzitutto un sound oltremodo originale che non “osiamo” paragonare con quello di altre band. Il loro melodic metal fuso con hard rock ma anche con tratti heavy metal è davvero tanto cool”

https://www.systemfailurewebzine.com/scarlet-aura-hot-n-heavy/

3)Evil Knievel

“La musica di Evil Knievel è per chi ha uno spirito “wild”, uno spirito davvero selvaggio, difficile da domare. Musica per chi ha tanta voglia di viaggiare, musica per chi vuole vivere “on the road” perché è “born to be wild”. Evil Knievel ci “sorprende” perché ha saputo rielaborare e riscrivere alla perfezione sonorità che fanno parte di un mondo ormai tanto lontano da noi, noi che siamo ogni giorno “ubriachi” della video-sfera mediatica che tutto fagocita”

https://www.systemfailurewebzine.com/evil-knievel-evil-knievel/

2)Jack Brain

“Insomma, un prodotto musicale terribilmente degno di nota quello di Jack Brain. “The seeker” è un album per chi ha amato ed ama ancora le sonorità grunge. Non solo. Come detto sopra, scorgiamo anche tanto altro ed è quel “tanto altro” che rende interessante ed irresistibile il progetto. Jack Brain con “Dissolute guy” ci mostra cosa dovrebbe diventare il grunge oggi: l’ibrido beat trip hop, sonorità electro e sonorità distorte è inesorabile e cala sul nostro capo come spada di Damocle. È quella di “Dissolute guy” la strada da seguire per far diventare il progetto di Jack Brain assolutamente esplosivo. Per ora conferiamo un 80/100 a “The seeker””

https://www.systemfailurewebzine.com/jack-brain-the-seeker/

1)Koroth

Il sound di Koroth è di respiro internazionale: maturo, massiccio, incredibilmente esplosivo e, a tratti, tanto melodico e descrittivo. Inoltre, mettono insieme djent, progressive metal e metalcore con il post rock che non è cosa da poco. Quindi, per noi, Koroth è la migliore band del mese.

https://www.systemfailurewebzine.com/koroth-metamorphosis/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.