Migliori band marzo 2019

Oltre alla qualità è importante sperimentare: per noi di System failure la sperimentazione porta quel quid in più che fa progredire nel percorso di evoluzione della musica e dei generi musicali. Inoltre, come non premiare band che sembrano avere un talento innato in un aspetto o in un altro della loro musica. Fatto questo preambolo vi presentiamo la classifica di questo mese….

7)NOALTER

“Creatura analogica” è un disco per un pubblico vario che non si fossilizza su un solo genere musicale: c’è il pop, c’è la canzone d’autore, c’è l’anima punk, ci sono passaggi alternative rock. Un disco da 75/100 secondo il nostro parere. Un disco dall’afflato tanto underground e nel nostro mondo tanto “patinato” c’è davvero bisogno di una band come questa!

https://www.systemfailurewebzine.com/notalter-creatura-analogica/

6)Daimon D.

Un disco per far esaltare l’ascoltatore: perché una delle peculiarità di Daimon D. è saper “trasportare” e appassionare chi li ascolta. Trasportare dove? Per le strade scalcinate e dissolute del rock…

https://www.systemfailurewebzine.com/daimon-d-clouds-as-a-shelter/

5)L’entrata di Cristo a Bruxelles

Di certo non basta un solo play per apprezzare “L’entrata di Cristo a Bruxelles” nelle sue tante sfumature sonore. E’ anche adatto per una dimensione internazionale? Perché no? Le tante sonorità punkeggianti che ascoltiamo nel disco, le tante contaminazioni superficiali o profonde, tutto questo rende il disco, a nostro parere, molto interessante anche per un pubblico straniero.

https://www.systemfailurewebzine.com/lentrata-di-cristo-a-bruxelles-lentrata-di-cristo-a-bruxelles/

4)Noveis

Capacità di scrittura, produzione sonora, mixing e grande abilità di composizione ed esecuzione sono tra le peculiarità più in evidenza di “Il mondo non è un posto silenzioso”. Si può essere pop rock ed essere altresì interessanti se questo genere musicale viene magistralmente contaminato da altre sonorità affini e non.

https://www.systemfailurewebzine.com/noveis-il-mondo-non-e-un-posto-silenzioso/

3)Deerive

I Deerive da Genova ci portano “roba tosta”, roba che serve ad alzare l’asticella del panorama indie rock che spesso sembra un po stantio. Alternative rock per i Deerive è sinonimo di sperimentazione, di arguta visione…

https://www.systemfailurewebzine.com/deerive-the-stick-me-frankie-ep/

2) TV Lumière

C’è bisogno di meditare sulla musica di TV Lumière e non basta di sicuro un solo ascolto per cogliere tutte le sfumature sonore che ci sono in “Avrei dovuto odiarti”. La produzione sonora è eccellente. Tanta importanza è stata data ad uno storytelling tanto poetico. Siamo cullati come sulle onde del mare ascoltando “Avrei dovuto odiarti”: una volta premuto il tasto play sembra di salire sul galeone di Dylan Dog per un viaggio onirico/mentale di grande effetto. 85/100 il voto per il disco in questione, un disco tanto pregiato per le sonorità che propone. Sonorità a tratti tanto diverse fra loro ma i nostri sanno bene come fondere tutto insieme in modo più che buono per sfornare una pietanza succulenta ed armoniosa per gli ascoltatori di questa band che, in un loro live, di certo perdono il fiato!

https://www.systemfailurewebzine.com/tv-lumiere-avrei-dovuto-odiarti/

1)Lift

Lift ci insegna come mescolare alternative rock, canzone leggera italiana e dream pop, un amalgama troppo interessante per passare inosservato. Deve essere un incubo per altre band suonare nella stessa serata con i Lift: una band con così tanto talento, temperamento e personalità ha il potere di eclissare totalmente gli altri. Infatti, la loro capacità di scrittura è fuori dal comune, è sbalorditiva. Ascoltare il loro disco è un’esperienza da fare, ascoltateli, vi innamorerete di loro, ve lo assicuriamo. E per questi motivi li incoroniamo migliore band di questo mese.

https://www.systemfailurewebzine.com/lift-il-primo-album-in-italiano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.