Migliori band gennaio 2019

La qualità dei dischi recensiti è sempre più alta. Questo mese abbiamo scelto 5 migliori dischi che reputiamo di valore uguale o superiore ad 8. Ecco a voi le migliori band…..

5)I Ya Toyah

Riguardo le sonorità che ascoltiamo “Code Blue” ci offre un mix di synth pop, trip hop, industrial e dark wave. Ascoltando il disco pensiamo a band come Depeche Mode, Kidneythieves, Massive Attack, Portishead e Marva von Theo…Inoltre, “Code Blue” ti porta a fare un viaggio intimo e profondo, un viaggio oscuro e misterioso che riflette la storia personale di I Ya Toyah, che riflette le tragedie che hanno colpito l’artista nella sua vita

https://www.systemfailurewebzine.com/i-ya-toyah-code-blue/

4)Chrysarmonia

Cosa significa essere rock? Aver vissuto, saper lasciarsi andare, essere un ribelle, uno scapigliato…. Ebbene, queste parole sono suscitate dall’ascolto dei Chrysarmonia, una band che sa trasmettere in modo davvero molto buono, da 80/100 con questo EP, lo spirito rock di certi anni, spirito rock che secondo me in alcuni di noi non tramonterà mai. “Dopotutto, domani è un altro giorno”…basta che sia rock!

https://www.systemfailurewebzine.com/chrysarmonia-metamorphosis/

3)Gianluigi Giorgino

Feeling Unreal” è proprio un “viaggio” sonoro, è vero, soprattutto per le sonorità psych rock che troviamo nel disco, sonorità che avvicinano l’artista a certi Pink floyd. Oltre questo Gianluigi Giorgino è un chitarrista virtuoso che porta il pensiero ad alcuni virtuosismi alla Steve Vai, tanto per fare un nome. Non manca nel disco un certo afflato art rock che fa pensare anche ai Genesis. Nel disco ci sono anche melodie tanto soft e vellutate. Ci sono pure alcuni passaggi tra electro, alternative metal e progressive rock. Tutto molto bello oltre che tanto stimolante”.

https://www.systemfailurewebzine.com/gianluigi-giorgino-feeling-unreal/

2)i Conigli Rosa Uccidono

i Conigli Rosa Uccidono sono i paladini di un esotismo temporale realizzato grazie al recupero di sonorità retrò: tale operazione intellettuale è stata condotta con sapiente conoscenza dei propri mezzi e con una evidente tensione verso la purezza, tensione evidente non solo dalle loro sonorità che amano alla follia ma anche dal fatto che non usano dei computer o dei synth come fanno altri forse perché per loro “adulterano” i suoni… Produzione sonora superiore all’8 e buon songwriting rendono il prodotto musicale indubbiamente notevole. Per noi un disco da 85/100”.

https://www.systemfailurewebzine.com/i-conigli-rosa-uccidono-luci-al-neon/

1)Liya

Liya ti “cattura” letteralmente nella sua rete vischiosa: non c’è scampo per l’ascoltatore che si avvicina a lei. La sua musica è costruita per provocare in noi una sorta di assuefazione senza fine…”. E’ proprio una “droga”. La numero di questo mese per noi!!!!

https://www.systemfailurewebzine.com/liya-listen/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.