Crea sito

Migliori band dicembre 2018

É finito l’anno e questa che segue è l’ultima classifica per il 2018. Un anno che ha visto salire sempre di più il livello delle band che recensiamo. Allora godetevi le migliori band di dicembre….

8)Jurijgami

“Perché Jurijgami è tutto tranne che commerciale nel termine più becero che possa esserci. Un’artista che riesce a distinguersi con la propria ironia e prosa, senza compromessi e mezzi termini. “Breve ma incenso” è proprio questo, ed il titolo dovrebbe già dire tutto. Breve sì, ma quasi senza dimenticarsi che fare musica è qualcosa di sacro, che non vuol dire pesante ma anzi, leggero, libero di volare e planare in alto sulle cose”

https://www.systemfailurewebzine.com/jurijgami-breve-ma-incenso/

7)Colin-Clegg

“La musica di Colin-Clegg è molto adatta come colonna sonora per road movie come “Wild” o “Into the wild”: a tratti fa venire i brividi grazie anche ad una più che buona produzione sonora. Infatti, la musica di questo artista ha un afflato hipster che risveglia il vagabondo e sognatore che c’è in noi”

https://www.systemfailurewebzine.com/colin-clegg-the-mirror/

6)Ear Buzz

“Ear Buzz mostra tanto talento. Mescolano diversi generi musicali con tanta sapienza. Songwriting e produzione sonora sono abbastanza buoni. L’appeal è discreto mentre il sound è tanto solido e maturo. Dei “veri” musicisti formano questa band. Offrono tanta tecnica all’ascoltatore”

https://www.systemfailurewebzine.com/ear-buzz-planetarium/

5)Alfiero

“Lirico è l’aggettivo più opportuno per definire “Arancione”, un disco appassionato che mira a conquistarci con la forza della semplicità”

https://www.systemfailurewebzine.com/alfiero-arancione/

4)Sque

“Something’s happening” è pronto per il mercato discografico con le sue linee melodiche ammalianti”

https://www.systemfailurewebzine.com/sque-somethings-happening/

3)Amornero

“Nel “sottobosco” della musica italiana ci sono tante realtà underground che si sforzano di proporre sound che ci ricordano che “il rock non è affatto morto” ma è vivo e vegeto e lotta insieme a noi. Amornero è la testimonianza di queste parole appena pronunciate e il disco in questione è manifesto del loro talento indiscutibile. Mentre c’è qualcuno che si permette di definire rock i Maneskin ecco che noi vi proponiamo del vero rock con contorno blues: gli Amornero vi faranno innamorare con la loro musica strepitosa e ruggente, non ci sono aggettivi più opportuni per definirla”

https://www.systemfailurewebzine.com/amornero-amornero/

2)Porco Rosso

“I Porco Rosso sono come un meteorite per la musica indipendente italiana: un meteorite giunto a noi per sconquassare un panorama strapieno di diverse produzioni che hanno un sapore tanto stantio…”

https://www.systemfailurewebzine.com/porco-rosso-kuro-fune/

1)Max Deste

“L’electropop di Max Deste è contaminato da dance, folk, rock, funk e gipsy. Questi generi musicali ben si amalgamano e si esplicitano spesso in un costante dialogo tra brillanti chitarre e sintetizzatori analogici. L’appeal non manca all’album in questione: tale appeal è ottenuto grazie a testi semplici e diretti e a sonorità mai complesse e tanto armoniose. Anche il songwriting, più che buono per noi, è tanto importante in “Ok Silenzio”. Un disco profondo “Ok silenzio”, un disco che si oppone alla nostra società tanto “superficiale”, società dell’immagine patinata che trionfa su tutto…”

Quindi, incoroniamo Max Deste miglior artista del mese. Alcune sue canzoni sono superbamente memorabili…

https://www.systemfailurewebzine.com/max-deste-ok-silenzio/