Masstang – REMIX-1

I Masstang sono tornati! E con un EP sorprendente che sembra uno spin off della “prima stagione” raccontata nel loro album Visioni del 2016. Quindi stiamo parlando di REMIX-1, EP realizzato in collaborazione con Lozz e Atomik Tags, quest’ultimo uno dei producer italiani più affermati nel campo dell’elettronica e ben conosciuto anche all’estero per aver collaborato con etichette leader del settore come la Hospital Records – Mindtech Rec. – Gta – Rec. e Underground Area. System failure ha ascoltato svariate volte REMIX-1 e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

Si parte con il remix di Invisibile, brano del quale abbiamo anche pubblicato il video su System failure. È un pezzo con un beat chiaramente ballabile, una canzone ammiccante che ci introduce al mondo sonoro di REMIX-1, mondo sonoro cupo, dalle tinte fosche e tenebrose. Da sottolineare le sonorità metalliche di questo pezzo: ci stanno proprio bene! Poi arriva il remix di Black Days. Questo remix come il precedente è di Lozz. Qui assaporiamo sonorità dubstep notevoli con un “refrain sonoro” che percorre diverse parti del pezzo e ci accompagna come un leitmotiv.

Poi arriva il remix di Odissea, il vero capolavoro di questo EP, firmato da Atomik Tags. Sicuramente Odissea presenta le sonorità abituali di questo producer che possiamo ascoltare in altri suoi pezzi sparsi per la rete. Ma perché è un capolavoro? Lo è, per esempio, per la “genialata” che troviamo a metà pezzo: climax e anticlimax messi insieme che creano un senso di disorientamento nell’ascoltatore. Trovata prodigiosa soprattutto perché subito seguita da un’ascesa sorprendente e cavalcante. Non a caso abbiamo usato questo termine, “cavalcante”.

Il “cavallo Masstang” ha tirato fuori questa volta il suo “dark side”, un dark side tanto affascinante, figo, cool, aggettivi essenziali per definire la musica di Masstang, musica che ti sorprende con colpi di scena inusitati. Ebbene Odissea versione remix è il “finale di stagione” di questo spin-off alquanto interessante. Masstang stupisce ancora e lo sa fare con una naturalezza disarmante trovando compagni di viaggio altrettanto talentuosi come loro. E ora come resistere fino alla loro prossima pubblicazione?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.