Massimiliano Cremona – Isolante

Massimiliano Cremona è un cantautore che ha fatto parte di diverse formazioni: ricordiamo Semadama, IL VILE e Los Borrachos. Nel 2015 Massimiliano Cremona pubblica il disco di esordio dal titolo “Canzoni nella nebbia”. Nel 2016, invece, esce “L’inverno è passato” dove tra l’acustico e l’elettrico si sceglie la seconda strada. Con DELTA Records & Promotion Massimiliano Cremona pubblica il suo nuovo album dal titolo “Isolante”. Questo album è legato alle vicende della pandemia, alle restrizioni, un periodo che ha costretto le persone all’isolamento forzato. Questo album è stato messo in piedi da Massimiliano Cremona e Marco “Kiriˮ Chierichetti: il primo confinato a Perugia, il secondo isolato a Verbania.

Percussione battente e fraseggi di chitarra nell’opener “Incastellato” che ci offre da subito quest’aria da cantautorato. Il flauto traverso arricchisce il sound della canzone rendendolo prezioso e sofisticato e senza dubbio folk. Poi arriva “Nero nero nero” con le melodie tanto vellutate di sax: si respira un’atmosfera tanto intima/lirica con questa canzone. Il beat soffuso si accompagna con questi refrain tanto catchy.

“Le anime perse” è presente su Youtube con un video in 4k. Questa canzone offre tanto groove e tanto appeal e rappresenta il “pezzo forte” di questo album. “Lentamente” tiene fede al titolo e si presenta come un qualcosa di tanto profondo e disteso. Il cantato lieve e i suoni dream pop rendono il tutto tanto magico. Senza dubbio è uno dei pezzi più toccanti della serie, un pezzo che trasmette tanta poesia e si avvale di tanta elettronica. Bello come si abbina il synth, la ritmica e i fraseggi di chitarra con il cantato che impreziosisce il tutto.

L’armonica caratterizza l’esordio ed altro di “Senza alcun peso” e ci ricorda che l’insieme degli strumenti messi in campo è tanto vario(spesso arriva pure il sassofono a dar manforte nel disco) e trasmette un eclettismo musicale predominante. “Colibrì” ci porta refrain di chitarra tanto delicati, leggiadri. “Notturno”, come “Colibrì”, è una sorta di ballad ancora tanto poetica/lirica, una canzone da falò come pure da bar d’estate al tramonto.

“Livido” come “Anime perse” ci presenta un buon dinamismo, una leggera cavalcata sonora che punta tanto sulle parole. Massimiliano Cremona oltre a presentarci l’eclettismo musicale ci offre una sorta di diario del quotidiano o interiore con questo suo album. Arriva pure il piano con “Come l’aria”, un pezzo tanto evocativo per un album tanto composito. Ottimo il climax presente nel pezzo, ti fa proprio trasalire. Non male le variazioni. “Lineare” termina il tutto con la delicatezza che è elemento cardine di questo album, una delicatezza delle parole, una delicatezza sonora, una delicatezza che caratterizza l’estro creativo.

“Isolante” arriva da un’universo interiore sonoro ed emozionale, è un album che crea come un cerchio gravitazionale al quale è difficile fuggire perché tutti noi viviamo e “proviamo” e nascondiamo dentro di noi medesimi universi interiori che si intersecano con quelli degli altri. La bravura di Massimiliano Cremona è quella di aver portato a noi un prodotto musicale che esprime in modo tanto raffinato quell’universo interiore, un modo raffinato ma anche tanto eclettico e passionale. Poi, come non dirlo, “Isolante” trasmette davvero tanta poesia…

Web Links Massimiliano Cremona:

Sito Ufficiale: http://www.massimilianocremona.com/

Facebook: https://www.facebook.com/massimilianocremonacantautore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.