MasCara – “Motherboard” – Il nuovo video

Motherboard” è il nuovo video di MasCara disponibile da oggi 2 luglio su YouTube. Il brano è già disponibile dallo scorso 20 marzo su Spotify e tutte le principali piattaforme streaming.

MasCara sono una band nata in provincia di Varese. Partiti con un primo ep chiamato “L’amore e la filosofia” approdano nel 2012 al loro vero e proprio battesimo discografico, prodotto da Matteo Cantaluppi “Tutti Usciamo di Casa”( Eclectic/Universal). Un disco dalle grandi aperture pop e orchestrali che mette subito la band sotto i riflettori. Quasi in antitesi a questo approccio, due anni dopo il debutto sulla lunga distanza, nasce “Lupi“. Un disco scuro e nervoso, figlio della rabbia e della volontà di mostrare un lato più dinamico. Alla regia ancora Cantaluppi ma questa volta al mix troviamo Tommaso Colliva, che dona al suono finale un ulteriore senso di alienazione di cui la band si fa portavoce.

Quattro anni più tardi ecco i MasCara nello studio di registrazione del cantante Lucantonio e dal chitarrista Claudio Piperissa, “Il Faro” alle preso con il nuovo lavoro. La scrittura questa volta poggia su errori digitali e campionamenti, sul rompere e ricostruire. Imbastardire ciò che era puro. Rendere emotivo ciò che appare alieno.

Il 14 novembre è uscito il video di “Carne & Pixel”, disponibile sulle diverse piattaforme streaming a partire dal 26 novembre, ambientato in un probabile futuro in cui la protagonista tenta per mezzo di un sistema chiamato Golden Record di riportare in vita il suo amato. Il 10 dicembre è uscito invece il video di “Gospel Per Pionieri”, mentre il brano è disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 17 dicembre.

Cos’è Motherboard? I suoi prodotti, le sue pubblicità, i suoi benefit, le sue esperienze sintetiche, così verosimili ed emotivamente coinvolgenti, cosa nascondono? Sappiamo solo che i suoi operatori si chiamano Little fox e si occupano di testare e identificate le esperienze verosimili da quelle false. Ed é qui che noi entriamo con la nostra storia. In un loop lavorativo, senza orari, scandito soltanto dal numero dei file selezionati, di pause in cui consumare un pasto veloce di fronte ai monitor , da benefit sintetici accuratamente confezionati.  Perché l’unica via di fuga è la mente. Il suo distacco dal corpo.

Motherboard è il racconto di come ogni emozione che ci lega ad un prodotto sia frutto di un lavoro usurante e che nulla ha a che fare con l’umanità e con il rispetto. Una distopia che somiglia moltissimo a la lato oscuro del nostro mondo contemporaneo.

Il video è stato realizzato dopo qualche settimana della fine del lockdown. Forse questa chiusura forzata ha reso il nostro racconto ancora più denso, più sensibile, al tema della distanza e dell’isolamento, perché no anche del lavoro e del suo insensato irrefrenabile moto.

Il duo Fiola Folador e Fabio Landi in arte Luther Blisset insieme a noi MasCara ha creato un mondo sporco e dispotico a misura d’uomo. Non così stretto eppure spoglio, dominato solo da un muro di monitor ronzanti di junk food e di loghi. Insomma il lato oscuro di Motherboard.

Volevamo realizzare la fotografia perfetta di un mondo che esiste ma che non vediamo, estremizzato ovviamente e portato in un futuro probabile tanto vicino da essere inquietante. Khadim il protagonista è alla sua prima esperienza e questa sua sana impreparazione ha resto il suo personaggio vero, in un mondo in cui si è soli, fragili e in cui l’unica via di fuga viene fornita dalla stessa mano che tira le fila delle nostre prigioni. Lo abbiamo chiuso in un luogo: lo spazio 23 di Gallarate e lo abbiamo abbiamo chiuso in questo loop lavorativo.  La nostra canzone in fondo è la stessa voce di Motherboard, la voce di un suo spot, di un suo concept, della sua mission. Ma nel video noi vediamo davvero quello che accade dietro questa distopia delle emozioni

Motherboard” è stato scritto e prodotto da MasCara, mixato da Claudio Piperissa e Fusaro Lucantonio presso “Il Faro studio recording” e masterizzato da Andrea Bernie De Bernardi presso Eleven Mastering. Ai fiati MSQ ( Milano Saxophone Quartet). La regia è a cura di Luther Blisset.

foto di Clarissa Ceci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.