Crea sito

Marmozets – Knowing What You Know Now

Band come The Dirty Youth o Skarlett Riot dimostrano che l’emo rock nel Regno Unito sta portando sulla scena formazioni di tutto rispetto. Non bastavano queste ultime: da qualche anno è sulla scena una nuova realtà musicale dal nome Marmozets, band che sta guadagnando letteralmente le luci della ribalta. Qui parliamo del loro ultimo album Knowing What You Know Now. System failure lo ha ascoltato e quelle che seguono sono le nostre considerazioni a riguardo.

I Marmozets propongono un emo rock che fa pensare a band come quelle su citate come anche ai Paramore. Riff portentosi e orecchiabili si accompagnano con il cantato carismatico della lead vocalist Becca MacIntyre, l’ennesima female voice di un panorama emo rock che ne propone tante.

A differenza delle band suddette qui troviamo sonorità abbastanza dure come possiamo ascoltare nell’opener Play o anche in Habits, seconda traccia della serie. Entrambe le canzoni presentano ritmiche movimentate e convulse. In Habits arrivano anche passaggi piuttosto melodici che interrompono l’incedere alquanto veloce e punkeggiante. Il cantato di Becca MacIntyre è da urlo: è proprio difficile non farsi esaltare da questa vocalist con tutti gli attributi.

E come non citare Meant to be dove, rispetto alle prime due, l’energia sonora diventa straripante e arriva anche lo scream da parte di Becca. Major system error è un’altra sfuriata sonora di grande effetto. Che distorsioni corpose ascoltiamo nelle canzoni di questa band e che ritmo arrembante!

L’emo rock dei nostri assume a tratti i connotati del pop punk e fa pensare anche ad Avril Lavigne. E quando diciamo queste parole pensiamo a Lost in translation dove le sferzate sonore sembrano moderarsi giusto di un po per permettere al pezzo di assumere toni più pop. Stesse parole possono essere usate anche per Start again e soprattutto per Insomnia dove si tende ancora di più verso il pop con linee sonore tanto melodiche. Nel pacchetto non manca la canzone “lenta”, ossia Me and you. È qui che i nostri diventano tanto evocativi e dimostrano di saper andare a tutte le velocità.

Non c’è bisogno di citare tutte le canzoni per rendere conto di quello che potete trovare in questo disco di Marmozets. Essenzialmente le caratteristiche sono quelle citate: un mix tanto adatto al mainstream di pop punk ed emo rock, un mix assolutamente fresco e giovanile supportato soprattutto dal cantato spigliato della lead vocalist Becca MacIntyre e da riff ruggenti e devastanti come anche da una batteria killer capace di offrire ritmiche indiavolate. L’uragano sonoro che sono capaci di scatenare i Marmozets è irresistibile! Provate ad ascoltarli: vi travolgeranno!