Crea sito

>>Madrid, protesta dei minatori

300 minatori sono arrivati a Madrid dal Nord della Spagna e sono stati accolti questa notte da decine di migliaia di persone a Puerta del Sol. Il loro ingresso nella capitale si è trasformato in un vero e proprio fiume in piena: dopo aver bloccato il traffico lungo l’autostrada A6 questa moltitudine di persone ha attraversato le principali arterie delle città fino a Puerta del Sol. ‘Indignados’, varie organizzazioni politiche e comuni cittadini si sono uniti intorno a quella che nei cori definivano “la vera nazionale” della Spagna.

I “lavoratori del carbone” sono partiti 19 giorni fa dal Nord della Spagna e hanno raggiunto la capitale per protestare contro le tante misure d’austerità del governo Rajoy.

Quest’ultimo intanto ha varato nuovi provvedimenti tra cui la sospensione delle tredicesime per gli statali.

Più o meno di questi tempo l’anno scorso cominciò la rivolta degli indignados a Puerta del Sol.

Che sia l’inizio di una nuova stagione di manifestazioni? O è tutto in linea con l’anno scorso?

La situazione in Spagna non è cambiata anzi è peggiorata grazie alle misure di austerità che hanno depresso ulteriormente l’economia di un paese in grave crisi di disoccupazione e di conseguenze legate alla bolla immobiliare scoppiata recentemente.

Anche in Spagna, come già successo in Grecia, le cose vanno sempre peggio.