L’ORA X – Sottovoce

L’ORA X è la nuova band con i fratelli Mangano. Rock e alternative metal cantati orgogliosamente in italiano con chitarre potenti e sonorità ispirate ai grandi nomi del nu metal come Korn, Limp Bizkit, Nonpoint, Adema e Deftones. Qui parliamo del loro disco dal nome Sottovoce. System lo ha ascoltato con attenzione. Quelle che seguono sono le nostre impressioni a riguardo.

La prima traccia di Sottovoce si chiama Animae e parte con dei riff taglienti come lame affilate. Poi arriva una parte morbida e vellutata con rap alquanto melodioso. Poi ripartono i riff con un rap più urlato. Poi la prima metà della canzone si ripete in una struttura alquanto simmetrica e si chiude il tutto con un assolo di chitarra e con altro rap urlato e riff di grande spessore. Verso il finale pensiamo ai Rage against the machine.

Lebbracadabra sembra una continuazione della canzone precedente, un approfondimento. Il rap è indiavolato e il sound nel complesso ci fa pensare ai Linea 77 oltre ai già citati Rage against the machine. I refrain sono veri e propri cazzotti nello stomaco. In Gaius Baltar(gli appassionati di Battlestar Galactica non lo dimenticheranno mai!) ci sono tre “acuti”, frecciate notevoli, veramente!

Non è francesca(cover di Battisti) porta dei riff stupendamente rimbombanti ed intriganti. Quanta aggressività offre questa canzone. Una belva inferocita che ci assale con tutta la sua bestialità. Il miglior pezzo di questo disco a nostro giudizio.

Io ci sarò risulta come una parentesi di riflessione in mezzo a tanto impeto. Quello che i miei occhi non vedono è un’incitazione alla lotta sia per le parole che per i suoni, una sorta di canzone manifesto di questa band che usa i testi delle canzoni per “lanciare” tanti messaggi! Qui il cantato diventa tanto pop come nella canzone precedente.

Sweet home Roma est ci porta altre invettive accompagnate da riff duri e marcati e da stacchi piuttosto meditativi. Che sarà di noi comincia in modo molto delicato con un arpeggio tanto dolce. Poi, verso la fine la canzone si apre e mostra grinta a palla. Daimyo pure comincia in modo leggero per poi mostrare i suoi artigli affilati. In questa band ci sono tanti passaggi alternative rock che portano la mente ad alcuni Marlene Kuntz o Verdena.

Con X ci avviamo verso la fine del disco e ancora una volta melodia e potenza si intersecano dando vita ad un intreccio ben congegnato. Questo intreccio è una delle peculiarità di questa band, un intreccio mirato a destare tanto appeal, appeal che si ottiene anche grazie ai testi pieni di invettiva. La title-track Sottovoce chiude il tutto con una chitarra dorata e un’anima da ballata. Senza dubbio ascoltando questa band si pensa anche ad artisti come Limp Bizkit e Linkin Park.

Un disco notevole Sottovoce, un disco da 80/100 che non passa inosservato. Anzi. L’ORA X non scherza e lo dimostra con “argomenti pungenti” offerti sotto forma di testi pieni di invettiva e musica di grande effetto. L’ORA X ci “spinge” ad ascoltarli ed avere a che fare con la loro determinazione e gagliardia. Più li ascoltiamo e più ci accorgiamo che sono tremendamente cool!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.