Crea sito

>>Le idee di Zingales

Luigi Zingales nel suo “Il manifesto capitalista” difende la sua idea di mercato come regno delle opportunità e della produzione di ricchezza, mercato al servizio dei cittadini e dei consumatori. Egli si schiera contro il capitalismo dei monopoli, delle lobby, della finanza che fa pagare alle popolazioni i disastri che ha combinato. Secondo Zingales il mercato libero è stato preso in ostaggio dal mondo degli affari e della finanza, alterando così l’intero sistema economico.

Zingales sostiene anche l’esigenza di promuovere il merito, egli è contro la “peggiocrazia”, un’Italia governata dai “peggiori”, un’ Italia “colma” di corruzione e clientelismo.

Egli sostiene l’idea di un nuovo capitalismo, più giusto, più umano, più efficiente.

Le idee di Zingales sono le idee della nuova destra che si proporrà eventualmente alle prossime elezioni politiche: sono idee portate avanti da molti movimenti nascenti.

Molti auspicano in una vera e propria rivoluzione tutta italiana, in un cambio radicale della nostra società, della nostra politica, della nostra economia.

Zingales e altri voglioni una rivoluzione liberale, quella “decantata” da Berlusconi in venti anni ma mai attuata: Zingales e altri si rivolgono all’elettorato deluso di destra, si rivolgono ai tanti che sono indecisi o propensi all’astensione.

Nel prossimo futuro italiano una rivoluzione forse avverrà, in senso liberale, socialdemocratico, progressista o in altri sensi ancora.

Un’Italia intera è pronta a scommettere sul rinnovamento, sull’innovazione, sull’ammodernamento di un paese in completo declino.

L’esigenza di cambiamento è tanta ed è percepita da tanti italiani: un paese “decrepito” che va riportato agli “antichi splendori”.