Crea sito

Larry’s Emotion – Blackness

L’album in questione dei Larry’s Emotion inizia con l’intro dal titolo “My thought, My Feeling, My Blessing”, un intro profondo, intenso ed evocativo che eleva il nostro animo e allo stesso tempo sembra essere il portale per un universo assolutamente dark.

La successiva “Watch you burn” si presenta con riff corposi ed un sound complessivamente granitico. La ritmica è possente e ritroviamo le sonorità dark dell’intro. Più che indovinati sia riff che songwriting. Ottimi breakdowns e alternarsi tra voce clean/melodica e scream, alcune delle qualità tipiche del metalcore. Caratteristiche simili quelle enunciate che si trovano anche in “Don’t lose your way” come in altre canzoni. Super-indovinato anche il bridge verso la fine di “Watch you burn”.

Con esordio più melodico la successiva “Waiting” che è presente anche su Youtube con un video. Anche qui ritmica imponente che funge da architrave per una canzone che non rinuncia ad alcuni passaggi più duri ma che comunque si mantiene abbastanza catchy. Verso i 3 minuti un passaggio con growl memorabile.

Superba la successiva “Blackness”, title-track del disco e tra i migliori pezzi della serie a nostro giudizio. Parole simili pure per “Deceiving me” e “Destroy em’all”. Gli esordi di queste canzoni ti tolgono il respiro come pure l’evolversi del pezzo e gli stacchi e i riff. Beat feroce e breakdown diabolici contraddistinguono invece parte di “You’d Be Here Again”. Qui come altrove l’elettronica aggiunge tanto al sound della band completandolo e rendendolo più avvincente ed elettrizzante. Beat feroce pure in “Lies on lies”.

Pure “Hollow and empty” è presente su Youtube con un video e ci offre anche qualcosina di Nu metal(presente non solo qui) che non guasta proprio, anzi. Inoltre, come non dirlo, i nostri offrono tanto groove metal, sanno essere a tratti proprio “marziali”, come delle mitragliatrici sonore. Tanto melodico l’inizio di “Get Away” per poi passare al solito sound corpulento della band e a sporadici passaggi ugualmente melodici.

Ascoltando Larry’s Emotion non è difficile pensare a band come Bring me the horizon, Trivium o Asking Alexandria. Sound massiccio, produzione di livello internazionale, mixing tanto apprezzabile e songwriting eccellente fanno di questa band una muscle car del metalcore italiano, una band che può tanto puntare all’estero per le parole appena pronunciate. A questi ragazzi non manca la cattiveria sonora che spesso non si trova in Italia. Quindi “accendete” il V8 targato Larry’s Emotion e date fuoco sia al vostro corpo che alla vostra anima….

web links:

https://www.instagram.com/larrysemotionband/

https://www.facebook.com/larrysemotionband/

https://larrysemotion.bigcartel.com/