Crea sito

>>Lacuna Coil – Delirium

I Lacuna Coil con Delirium, il loro nuovo album, cambiano rotta e il loro gothic metal si fa più violento per esprimere una follia estrema, un parossismo senza scampo. Lo stesso titolo dell’album parla chiaramente: si parla di delirio mentale, si parla di psicosi allo stato puro.

The House of Shame, primo pezzo dell’album, è davvero molto aggressivo con screm inarrestabili ed abissali. Come spesso succede nella musica dei Lacuna Coil, in questa canzone si alternano la voce più morbida e goth di Cristina Scabbia e la voce d’impatto di Andrea Ferro, autore degli scream. Influenze death metal e groove metal si scorgono in questo album. Le parti melodiche in questo album spesso cedono ad una violenza inusitata per i Lacuna Coil. Inoltre, The House of Shame è anche solenne come tanto abissale.

La cavalcata arrembante di Delirium continua in Broken things. I Lacuna Coil ci portano nel loro “manicomio” esclusivo e personale: non c’è salvezza in questo loro universo di sofferenza e tribolazione interiore. Quanta passione e quanto tormento esprimono i Lacuna Coil in questo album. Delirium da il titolo all’album ed è probabilmente il “cavallo di battaglia”. Questa canzone è davvero lancinante e la parola “delirium” è ripetuta più volte per trasmettere tanta enfasi.

Take me home presenta delle voci bambinesche all’inizio. Una canzone alquanto irruente e piena di trasporto, una canzone decisa e risoluta. Ghost in the MIST presenta dei riff alquanto potenti e un’energia che travolge l’ascoltatore con delle vere e proprie “bordate”. Qui le melodie tipiche dei Lacuna Coil riaffiorano: il loro tratto distintivo è oltremodo visibile e rende la canzone davvero molto piacente. La voce di Cristina Scabbia si fa leggiadra e piena di vigore, come è nella tradizione dei Lacuna Coil.

My demons comincia in modo piano e leggero. Poi la canzone si apre con i soliti riff caratteristici della band. Anche qui si respira un qualcosa di abissale, un qualcosa di estremamente ruvido e pimpante. Delirium è davvero una sorpresa inaspettata, un piccolo capolavoro da conservare come un gioiello alquanto prezioso e di pregiata fattura.