Crea sito

Intervista a Riky Perin

1. Riky Perin, come dove e quando?

Ciao a tutti amici! Mi presento, sono Riky Perin, ho 23 anni e sono un giovane chitarrista, abito a Colceresa in provincia di Vicenza.

2. “New Up” è il tuo Ep d’esordio ci vuoi parlare di questo tuo ultimo lavoro?

Molto volentieri! Nel 2013 al Revolution Live club di Molvena conobbi Gianni Rojatti. Quella sera ero lì a vedere uno dei miei chitarristi preferiti: Andy Timmons. In apertura c’era Gianni con la sua band “Dolcetti”. Rimasi follemente colpito dal suo suono tanto da volerlo conoscere dopo il live e così feci, rimanendoci in contatto. Tra una mail ed una chiamata decisi di proporre alcuni miei brani a cui stavo lavorando assieme al mio batterista Lorenzo Mari. Gianni fu colpito e decise di produrre il mio ep da solista registrato nel suo studio a Udine. Mah, diciamo che questo ep è nato non proprio con lo scopo di fare live o comunque di creare un mio percorso da solista, ma lo vedo più come una vetrina, il mio biglietto da visita. Questi 3 brani possono sembrare pochi ma per me sono molto importanti anzi direi proprio fondamentali. Per me hanno un significato molto profondo. Dietro ad ogni singola nota c’è un lavoro pazzesco, oltre che viaggi fatti, treni presi, ore passate in studio, pianti, risate, paure ed allegrie; un mix di sentimenti ed emozioni! New Up per me è una nuova salita, un nuovo me, un Riky più maturo e con un bagaglio musicale più ampio.

3. Cosa ci dobbiamo aspettare per il futuro da “New Up”?

Aspettative non ne ho, sicuramente lo presenterò ad alcune fiere musicali qui in Italia…  A breve uscirà il video del singolo!

4. Come giudichi la situazione musicale in Italia?

La situazione in Italia non è così semplice, del resto come in tutto il mondo, siamo in tanti musicisti, cantautori, artisti ed è difficile emergere, non siamo più negli anni 60/70! Mi spiego meglio, oggi essendoci tutti questi mezzi virtuali come youtube, instagram, Facebook e Spotify si trovano miliardi di artisti, band e tanta musica. Chiunque può provare a farsi conoscere per poi lanciarsi sul mercato musicale semplicemente con un cellulare. Di conseguenza è difficile farsi notare, l’unico modo è continuare a crederci, sognare e darsi da fare, mai abbattersi! Non dobbiamo lamentarci dei generi che vanno, delle mode, dei reality, dei talent di nulla. Queste cose ci sono sempre state, per carità ora siamo più contaminati, ma se si ama la Musica bisogna credere in Lei ed andare ovunque senza porsi nessun limite.

5. Fatti una domanda e risponditi? Sei felice?

Sí moltissimo, sono soddisfatto del percorso che sto costruendo e vivendo.

6. Ci vuoi dire quando ti potremmo vedere live?

Con questo progetto da solista sicuramente il 7 e 8 Marzo al Guitar Show di Padova alla fiera delle chitarre, poi si partirà con una stagione piena di live con vari progetti tra cui un omaggio a Sting ed ai Police, assieme agli IceThing.

7. Congedati con un tuo motto di vita…

ROCK’N’ROLL! CIAO A TUTTI!