Intervista a Gemini Blue

Benvenuti su system failure. Come è nato il vostro duo? Come vi siete conosciuti?

Tutto è nato l’anno scorso una sera d’estate nel nostro bar di fiducia nonostante abitassimo a 5 minuti uno dall’altro ci siamo conosciuti così. Già una settimana dopo suonavamo insieme alle jam session locali. Il progetto Gemini Blue è nato per caso da delle idee musicali che avevamo nel cassetto da tempo. Essendoci stata da subito molta intesa abbiamo deciso di seguire la corrente e continuare in due senza forzare nulla. Ma il progetto non esclude alcuna possibilità.

Come è nata la passione per la musica blues?

Siamo cresciuti in ambienti casalinghi molto musicali e il blues è sempre stata una costante. È diventata una parte fondamentale quando abbiamo compreso a pieno la sua spontaneità, cosa che cerchiamo tutt’oggi nella nostra musica.

Chi sono i vostri miti musicali?

Son troppi, ne scegliamo due a testa: per Oz sono Jimi Hendrix e i Led Zeppelin mentre per Jack i Nirvana e i Metallica.

Con quale bluesman del passato vorreste condividere il palco?

Difficile rispondere, Junior Kimbrough o Muddy Waters.

“If you change your mind”. Ci parlate di questa canzone? Di cosa parla il testo? Come è nata?

È una canzone molto istintiva, tratta del tema dell’amore in chiave spirituale. È nata una sera passata in salotto da un riff di chitarra dobro. Vi lasciamo all’ascolto.

“If you change your mind”. Chi ha fatto l’artwork?

Una nostra amica e artista che stimiamo molto, Chiara Forti, la trovate su instagram @chia.forti

Chitarra dobro. Perché avete scelto proprio questo strumento?

La scelta è avvenuta inconsciamente, è lo strumento blues per eccellenza e da tempo Oz la strimpellava.

…saper sperimentare e giocare con i suoni…leggo dal comunicato giunto in redazione…Quanto è importante sperimentare con la musica?

È fondamentale, ti aiuta ad approcciarti con istintività alla musica, ma soprattutto permette di lavorare sull’unicità della propria arte.

Quali sono le vostri ambizioni come artisti?

Parlare al cuore delle persone. Il resto dovrebbe poi venire da sé.

Oltre la musica che arti preferite?

Siamo entrambi buoni lettori, poi ci sono il cinema e i videogiochi (perché anche i videogiochi sono un’arte 😉).

Se la vostra musica fosse un libro, un quadro o un film?

Potrebbe essere un quadro di Schiele o di Turner oppure il film Nostos di Franco Piavoli oppure l’anime Cowboy Bebop.

Per finire, salutate i lettori di system failure e diteci cosa bolle in pentola per Gemini Blue…

Abbiamo tanti brani da registrare ancora e speriamo di suonare il più possibile in giro. Ci si vede per strada!!

Web links:

https://www.facebook.com/gemini.blueee

https://www.instagram.com/geminibluee/

https://www.instagram.com/geminibluee/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.