Crea sito

Intervista a Ellie Cottino

Benvenuta su system failure. Ci puoi dire come ti sei appassionata alla musica?

Bella! Grazie mille per l’invito. La musica è sempre stata la mia passione, da quando ricordo. Mi ci sono avvicinata tramite il rock e il pop e ho scoperto l’hip hop e il reggae durante l’adolescenza.

Il tuo singolo d’esordio si chiama “Hip Hop”. Di cosa parla? Ci puoi parlare della genesi di questo progetto musicale?

Questo singolo parla di me, della mia vita di tutti i giorni. È la storia di una ragazza di periferia come tante altre, con idee un po’ diverse. L’ho scritto durante il primo lockdown, tutto di un fiato in una bella giornata. Ricordo di aver cominciato a canticchiare il ritornello in continuo e poi ho buttato giù le strofe.

Come è collaborare con Bonnot? Che aria si “respira” in Bonnot music?

Magico. Mi trovo benissimo sia a livello personale che artistico: abbiamo idee e valori comuni. Penso sia per questo che lavoriamo così bene e ci capiamo al volo. In più ho la fortuna di lavorare a fianco di artisti di grande talento. Ottime vibes….

“Ellie riesce a rielaborare nella sue canzoni le influenze dei generi musicali con cui è cresciuta: il reggae e l’hip-hop” come leggo dal comunicato stampa. Come hai elaborato il tuo sound e quali sono i tuoi miti musicali?

I miei miti sono Keny Arkana, Tupac, Lauryn Hill e tanti altri. Il sound a cui sono più legata è sicuramente quello dell’hip hop old school ed è quello su cui sto lavorando insieme a Bonnot.

Talento, studio e tecnica. Come si devono intrecciare in un’artista?

Il talento è un dono, studio e tecnica sono essenziali per trasformarlo in un’abilità. Nella mia formazione ho studiato molti testi rap in italiano, inglese e francese, alcuni li ho tradotti. Sono molto appassionata di quello che faccio, ci passo intere giornate.

Perché il rap tra tanti generi musicali?

Il rap è un mezzo di espressione molto completo, perché unisce la musica e la poesia. Grazie a un corso di poesia mi sono accorta che non ero in grado di scrivere diversamente.

Siamo in emergenza coronavirus. Come la stai vivendo? Come passi le tue giornate?

Mi sto concentrando molto sulla musica, sullo studio e sull’allenamento. Penso sia un periodo difficile per tutti, bisogna tenersi impegnati per non pensarci.

Siamo in un mondo in emergenza climatica, economica e sanitaria. Quale è il ruolo della musica in questo mondo?

Penso che la musica e l’arte in generale abbiano un ruolo cruciale, non solo per “distrarre” le persone ma soprattutto per sensibilizzarle a quello che ci succede intorno, che è reale ed è devastante. Molti artisti ne parlano e sarebbe bello che fossero sempre di più.

Che messaggio o messaggi vuoi trasmettere con la tua musica?

Voglio parlare delle persone come me, della vita vera ed esprimere il mio parere su alcuni temi per me importanti come la sessualità e la religione.

Sono tante le artiste rap(più o meno conosciute) in voga al momento. Pensiamo a Chadia Rodriguez, Luna, Doll Kill, Comagatte e tante altre…Tu cosa hai di particolare secondo te, il tuo segno distintivo?

È bello che ci siano sempre più donne nel rap. Siamo tutte artiste molto diverse, Comagatte è una queen della tecnica. Nei prossimi singoli vi farete un’idea di quello che ho di diverso….

Per finire, saluta i nostri lettori e parlaci di tuoi progetti futuri se ne hai….

Stiamo per far uscire due singoli. L’album invece uscirà a fine primavera. Bella a tutti! Spero che vi piaccia “Hip Hop”.

web links:

https://www.facebook.com/ellie.cottino

https://www.instagram.com/elliecotino/

sito web:

https://www.bonnotmusic.com/ellie