Intervista a Dispnea

Benvenuti su system failure. Come è nata in voi la passione per la musica?

Sin da piccoli siamo stati grandi ascoltatori di musica ma la spinta allo strumento è stato inizialmente lo spirito di emulazione verso grandi artisti che nei primi anni 90 gravitavano nella scena rock, poi cominciando a suonare il fuoco si è acceso quando ti rendi conto che è, specialmente nella post adolescenza, la maniera più semplice per far venire fuori le emozioni che convergono al centro dello sterno.

Chi sono i vostri miti musicali?

Musicalmente parlando noi tre abbiamo delle provenienze differenti ma convergenti: Mauro è appassionato di new wave e grande fans dei Litfiba dell’era Maroccolo; Valerio ha una passione sfrenata per l’alternative rock e principalmente per i Karate. Leonardo, appassionato di Post Rock e musica Ambient.

Come vi siete conosciuti?

Siamo la costola di una band che si chiama Das Es da diversi anni attiva che causa Covid-19 si è dovuta fermare per diversi mesi. Durante quei mesi Leo, chitarrista dei Das Es, ha approfondito la sua passione per i synth, a lui si sono uniti la sezione ritmica dei Das es cioè Mauro al Basso e Valerio alla batteria; dapprima come puro passatempo, poi reputando gli spunti interessanti appena si è ripreso a vedersi in presenza abbiamo voluto perfezionare i pezzi fino alla pubblicazione del presente EP.

Come nasce una vostra canzone? Parlate del processo creativo alla base….

Partendo da spunti di basi di synth o da un giro di basso nel caso di “Arturo”, c si vedeva in sala prove a suonare lasciandosi trasportare dal Mood fino a che il brano non appare definitivo. Importante anche l’aspetto del riascolto ognuno a casa propria.

“Come è indispensabile il respiro, così per noi lo è suonare”. Potete commentare questo vostro motto?

Durante il periodo di pandemia non potendo suonare né in pubblico, ma anche semplicemente alle prove, ci siamo resi conto ancor di più quanto ci mancasse una parte fondamentale del nostro vivere quotidian , fondamentale come respirare.. Allora mutuando il termine Dispnea, tristemente diventato in auge in questi anni di pandemia, abbiamo tentato di esprimere la sensazione che ci ha accompagnato nel periodo in cui non si è potuto suonare.

Ci potete presentare il vostro ep omonimo? Di cosa parlano le canzoni?

” Arturo” è il rompiballe di turno che c mette il bastone tra le ruote o il pensiero latente che ogni tanto ci toglie il respiro oppure ancora la patologia autoimmune che ogni tanto si risveglia con violenza anche quando stiamo imparando a conviverci…. insomma un Arturo c’è sempre nelle nostre vite e ogni tanto viene voglia di sfogarsi e urlargli in faccia ” ARTURO MALEDETTO!!” “Survive” è lo spirito di adattamento e , appunto, di sopravvivenza che tutti abbiamo così come questa pandemia ci ha ribadito, ma vale per qualunque avversità che la vita ci sottopone; nel finale nella parte più incazzata del brano durante il trambusto c’è quella voce quasi fuori campo che dice “destroy again” che rappresenta la parte autodistruttiva pronta a rovinare la semina del giardino che stiamo coltivando per venirne fuori. ” I can’t breathe” nasce da quelle immagini terribili dell’assassinio di George Floyd che ha scosso le nostre coscienze. Da lì dopo alcune ricerche è venuto spontaneo ricordare attraverso una canzone alcune di quelle vittime del razzismo uccise dalla polizia. ” Little mind” le menti ristrette figlie delle verità assolute imposte dai social.

“Little Mind” è la faccia della società, di chi si rifugia nelle illusioni dei social e non apre gli occhi cercando la verità”, come leggo dal comunicato. Quanto la video-sfera mediatica condiziona le nostre vite secondo voi?

Purtroppo ormai siamo quasi totalmente condizionati , non farsi inghiottire interamente è lo sforzo che ognuno di noi deve fare

Come è collaborare con Francesco Less?

Francesco è una grande mente e un poli-strumentista talentuoso, il tutto condito da tanta pazienza ( con noi ce n’è voluta tanta)e tranquillità che ti mettono a proprio agio e ti aiutano ad esprimerti al meglio, inoltre non lesina consigli e consulenze anche pratiche e non si risparmia finché non indovina il sound ricercato. Per ultimo, ma non ultimo, Cianciana è un piccolo paesino nell’entroterra dell’Agrigentino dove, sia i familiari di Less, che gli amici e gli abitanti stessi, con la loro grande ospitalità, ti fanno sentire a casa.Consigliatissimo!

Quanto è importante trasmettere emozioni e sensazioni con la propria musica?

Direi che per noi è il motivo fondamentale, le emozioni, che spesso sono le nostre oppure di chi ci sta accanto o scaturite da una notizia d’attualità, vengono digerite e rivissute dai nostri occhi attraverso lo sforzo di immedesimazione di chi scrive e infine canalizzate in musica in maniera quasi naturale, come per scrollarsele di dosso.

Come è la scena indipendente italiana e quella siciliana secondo voi?

In gran fermento: esistono tante piccole belle realtà che però stentano a venire fuori, ma, specialmente nei più giovani, vedo una gran voglia di fare e di fare rete e alla lunga nasceranno cose importanti, il Sanremo dell’anno scorso lo dimostra

Quali sono le difficoltà maggiori oggi per una band emergente?

Intanto, come sappiamo, ci vorrebbe molto più spazio nei locali per la musica inedita, anche per educare l’ascoltatore mentre i locali sono pieni di cover band e tribute band. Poi bisognerebbe cominciare a considerare la musica come un lavoro e non come cazzeggio e destinare magari fondi al fine di formare ed aiutare ad emergere giovani talentuosi.

Per finire, salutate i nostri lettori e parlate dei vostri progetti futuri…

Per quanto riguarda i Dispnea nelle nuove prove si è unito a noi un secondo Bassista Marco Cangelosi e prevediamo novità scoppiettanti nei prossimi lavori, inoltre é già pronto e vedrà la luce in primavera il secondo EP dei Das Es. Intanto grazie per averci accolto sulle vostre pagine e soprattutto grazie a chi leggerà questa intervista. La musica non deve mai spegnersi.

Link streaming su Spotify:
https://open.spotify.com/album/3ezLoqRIljSYcjSJXxLSdF

web links:

Instagram: https://www.instagram.com/dispneaofficial

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC0kAJsOAQ23AbceYfBw9pyw

Bandcamp: dispneaofficial.bandcamp.com

Contatti: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.