Intervista a Corlyx

Ciao e benvenuti su System failure. In poche righe vi presentate ai nostri lettori?

Corlyx è una band Electronic Rock di Berlino, ci piace mescolare generi diversi con cantati femminili melodici e chitarre grunge distorte. Noi siamo produttore / cantante / chitarrista Brandon Ashley e cantante / compositrice Caitlin Stokes. Quando usciamo dal vivo ci portiamo appresso una batterista.

Come sono stati i vostri inizi con la musica?

Entrambi abbiamo studiato musica classica con un orecchio alla composizione. Brandon ha un passato più Goth Rock mentre Caitlin ha un passato molto eclettico sperimentando molti generi con diverse bands. Ci siamo incontrati a Los Angeles and abbiamo iniziato a scrivere musica insieme nel 2015.

Contaminazioni e ispirazioni. I Corlyx ascoltano molto la musica di….?

Ci piace il Rock/Industrial degli anni 90 e siamo molto influenzati dagli anni 80, ci piace l’elettronica cazzuta focalizzata sulle melodie, ci piacciono molti artisti diversi e direi che il nostro gusto deriva da: NIN, Bjork, Portishead, Depeche Mode e bands più recenti come Crystal Castles, The XX e Fever Ray.

Nominate 3 album che hanno segnato la vostra vita…
Downward Spiral – NIN
Dummy – Portishead
Smells Like Children – Manson

MUSIC 2F2: che disco è questo nuovo lavoro di Corlyx? Quali sono le differenze con i lavori precedenti?

Il nostro suono si è evoluto un po’ durante gli ultimi due anni, l’EP suonava più elettronico, mentre nel nuovo album abbiamo utilizzato più strumenti acustici, chitarre elettriche e batterie, abbiamo avuto l’impressione che questo ci potesse portare a emulare quel vibe tipico anni 90.

Dove è stato registrato MUSIC 2F2? Qualche aneddoto a riguardo?

Abbiamo registrato l’album di debutto qui a Berlino in Germania, era nei nostri piani di essere in questa città oscura per cogliere l’ispirazione necessaria alla registrazione e il mix. Penso che il nome dell’album sia di per se divertente, visto a quello che allude. I nostri amici continuavano a dirci quanto questa nuova musica fosse sexy, quindi ci siamo orientati su quello al fine di scrivere musica che alla gente facesse venire voglia di scopare. Noi speriamo di si almeno.

Ora che MUSIC 2F2 è finito avete qualche rimpianto? Qualcosa che potevate fare e che non è stato fatto?

Nessun rimpianto su come questo disco suona e per come è stato concettualizzato. Sarebbe pero stato bello avere un budget per un degno lancio PR, ma purtroppo siamo artisti squattrinati e non ce lo siamo potuto permettere. Tutto ciò che vedete o sentite da parte nostra è stato costruito con duro lavoro e collaborazioni varie.

Se potessi ascoltare un unico brano di MUSIC 2F2, quale dovrei ascoltare? Perché?

E’ davvero dura rispondere perché dipende da quello che ti piace, se sei più nella musica Industrial direi “Sensual Violence”, se ti piace di più il trip hop allora ascolti “Listen To My Love” e se ti piace di più il rock cazzuto prova “Tragic Mistakes”.

Una domanda emozionale. Che avete provato al lancio dell’album?

Eccitati ed esaltati di farlo uscire, dopo averci lavorato per un anno.

C’è un messaggio di cui volete essere portatori con la vostra musica?

Sensualità e dolore coesistono insieme.

Quali sono i vostri prossimi progetti musicali?

Stiamo mettendo insieme delle date live per il futuro, abbiamo già iniziato a scrivere il secondo album insieme a qualche cover e collaborazioni varie con altri artisti.

Per finire un messaggio ai nostri lettori….

Abbiate la mente aperta per quello che riguarda i generi diversi, potrebbe portarvi a consumare musica in modo diverso.
Photo credits:
Photo By: Sara Herrlander – saraherrlander.com
Dress Sculpture: Swain McCaughren [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*