Crea sito

Intervista a Claudia Sacco

1. Chi è Claudia Sacco? Come ti presenti ai nostri lettori?

Salve a tutti, sono Claudia Sacco, una cantautrice di 14 anni di Cecina. Frequento il secondo anno del Liceo Musicale di Livorno, dove studio canto e pianoforte. Mi piace comporre musica col piano o con l’ukulele, mentre i testi delle mie canzoni li scrivo insieme a mia sorella Giulia che ha 16 anni. Un anno fa ho pubblicato la mia prima canzone dal titolo “Piume Di Cobalto”. Nei sei mesi successivi ne ho pubblicato altre otto sul mio canale Youtube e nel mese di luglio ho partecipato al Concorso Voci d’oro di Montecatini, vincendo il primo premio con la canzone “Cuori Per Bersagli”.

2. Quale percorso ti ha condotto fino alla prossima pubblicazione del primo singolo?

Ho iniziato a cantare prima ancora di parlare e già a quattro anni i miei genitori mi hanno iscritto a dei corsi di musica e canto. A 12 anni ho iniziato a prendere lezioni di piano e da lì mi si è aperto un mondo. Studiavo i classici brani del Bayer ed il solfeggio, ma allo stesso tempo non potevo fare a meno di creare melodie e colonne sonore. Un giorno mia sorella Giulia, che fin da piccola è sempre stata appassionata di scrittura, mi ha chiesto se potevamo provare a comporre una canzone insieme, e così, un po’ per gioco, abbiamo iniziato. E’ nata “Piume Di Cobalto”, poi “Tra Il Silenzio e Il Rumore” e a seguire tutte le altre che abbiamo pubblicato e ne abbiamo davvero tante in fase di sviluppo. Mediamente scriviamo un paio di canzoni al mese. So bene che le canzoni che ho pubblicato finora sono solo delle demo, registrate in casa, con dei video amatoriali fatti col telefonino. Ma se non le avessi pubblicate, di sicuro nessuno mi avrebbe notata, non avrei ricevuto proposte discografiche o contratti che adesso mi permettono di fare delle crescite maggiori. Dal primo di agosto ho firmato un contratto con l’etichetta discografica SorryMom – BeNext e grazie a questa collaborazione tra poche settimane uscirà “Emma”, il mio nuovo singolo, la mia prima vera canzone.

3. Più le emozioni o le difficoltà alla vigilia di questo debutto?

Difficoltà ce ne sono state molte. Purtroppo l’emergenza Covid-19 ha rallentato tutte le fasi di realizzazione delle registrazioni, sia dell’audio che del video. Il team che ha collaborato alla realizzazione di “Emma” proviene da quattro diverse regioni italiane. La tecnologia ci ha aiutato a limitare gli spostamenti e gli incontri, ma per alcune attività era indispensabile la presenza e abbiamo dovuto adeguarci alle restrizioni imposte dai decreti e rimandare. In compenso ho potuto vedere con calma e attenzione tutte le varie fasi che portano alla realizzazione del progetto finito, grazie al lavoro di professionisti eccezionali che hanno aiutato “Emma” a prendere vita, e questo è stato davvero emozionante. Ora sono molto impaziente, non vedo davvero l’ora che esca su tutte le piattaforme musicali.

4. Che cosa speri venga soprattutto capito del brano?

La protagonista della canzone, Emma, è una ragazza che non ha avuto la fortuna di avere una famiglia che le vuole bene, degli amici vicino che la potessero aiutare; la sua vita è sempre stata una lotta e tutti i risultati che ha raggiunto se li è guadagnati da sola, arrancando sempre. Io e Giulia abbiamo conosciuto personalmente questa ragazza e la sua storia ci ha colpito particolarmente. Pensando a lei sono nate la musica e il testo di questa canzone, che tra poco potrete ascoltare e che vorrei dedicare a lei, ma anche a tutte quelle persone che ogni giorno, per un motivo o per un altro, lottano per vivere ed essere felici. Nonostante la storia che raccontiamo sia triste, la canzone ed il video trasmettono speranza, mostrando come alla fine Emma ce l’abbia fatta. Quello che vorrei trasmettere con questo brano è che chiunque di noi può trovarsi in difficoltà, per tanti motivi. Tante volte la sola presenza di un amico o comunque di qualcuno che si interessi a noi ci sprona ad andare avanti e a provare a raggiungere i nostri sogni.

5. Prossimi progetti?

Come diceva Abramo Lincoln “Se avessi a disposizione otto ore per abbattere un albero, ne passerei sei ad affilare l’ascia“. Per questo proseguirò nella mia formazione, sia scolastica, sia attraverso alcuni corsi di perfezionamento per migliorare la mia presenza scenica e sentirmi più sicura sul palco e di fronte al pubblico, con la speranza di poter presto tornare alla normalità e potersi esibire di fronte a degli spettatori reali e non più solo in dirette live dal computer. Ho tanti progetti in ballo per questo nuovo anno, alcuni già avviati, altri ancora da impostare. Visto che mi piace molto mettermi in gioco e confrontarmi con gli altri, non escludo di provare ad iscrivermi a qualche nuovo concorso o talent, che considero una forma divertente di crescita professionale. Sicuramente continuerò a comporre nuove canzoni ed insieme al mio team di manager e produttori porterò a compimento un altro nuovo singolo, dopo” Emma”. Ovviamente anche la promozione delle mie canzoni mi impegnerà parecchio e per questo vi invito sin d’ora a seguirmi su Instagram e Facebook ed iscrivervi al mio canale Youtube in modo da restare aggiornati su le mie novità.