Crea sito

Intervista a Alexis

1. Cinque aggettivi per descrivere la tua musica 

Mia, terapeutica, nuova, triangolare, evocativa.

2. Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista?

E’ fontamentale. Questa è l’era dove ognuno si sta improvvisando artista purtroppo. L’ evoluzione digitale e l’uso indisciplinato della parola “Talento”o “Fenomeno” ha segnato inequivocabilmente un periodo storico musicale dove l’abito fa il monaco e dove con il giusto utilizzo delle armi a disposizione si può giungere ad ottimi risultati. Ad oggi un prodotto discografico di qualità non basta più, bisogna immergersi tra passato e presente  riuscendo ad estrapolare la formula vincente a 360 gradi  e catturare il maggior pubblico possibile.  Lo stile e la scrittura restano però per fortuna doti uniche, non replicabili , e questo permette ancora a pochi di esprimersi al meglio rimanendo se stessi sempre e comunque.

3. Cosa provi quando canti? 

Nulla si avvicina ad una sensazione ben precisa .. forse l’orgasmo .. ho detto forse .

4. Quanto conta per te il testo di una canzone per te rispetto alla musica? 

Ha un importanza  assouta per me, non potrebbe essere altrimenti. Il testo di una canzone è il veicolo che da alle parole la forza di fingersi emozioni, di raccontare quello che sei e quali persone rappresenti davvero.  Tutto però è legato al fatto che avere cose da dire e non avere la paura di farlo identifica un passaggio importante quando si parla di purezza di un brano. Non si deve mai mentire a chi ascolta una tua canzone .. sarebbe un errore gravissimo .

5. E’ uscito con Hive Records  il 28 marzo il tuo album “CLOSER”. Come è nato? Ci parli della sua genesi?

Questo album è nato da un’esigenza ben precisa, quella di scrivere qualcosa di vero e di significativo. Avevo bisogno di concepire un disco che mi sapesse coinvolgere  emotivamente ed identificare soprattutto, avevo bisogno di raccontare  quello che di solito un cantante ha paura di esprimere, la sua vera natura. Questo album osa sia nel testi che nelle melodie..«Ho scritto il disco in poche settimane, ma sono serviti altri sei mesi per trovare i suoni giusti» ho dovuto trovare in questi nuovi pezzi un equilibrio tra le mie due anime da Fabio Raponi in  maniera scomoda venerandola poeticamente in un rincorrersi di attimi e impulsi amorosi .. direi animaleschi . “I Need You Tonight” è nata in pochi minuti, le anime dei protagonisti  sono al centro della melodia , si muovono tra le lenzuola , si corteggiano… poi esagerano. Sai, nella vita c’è chi va a farsi fare le carte per sapere come sarebbe stato . . La canzone parla di questo. E’ un idillio amoroso che diventa violento accarezzandosi sempre e continuamente.

6. Quali sono le contaminazioni musicali di Alexis ? 

Sono in sintesi un cantante pop rock ma provengo vocalmente dalla musica black e dal rock melodico americano. Ho scelto di aggiungere alle mie ultime produzioni le nuove influenze elettroniche coadiuvandone l’utilizzo di chitarre e amplificatori vintage oltre a tastiere Rhodes e sintetizzatori vari modernissimi.

7. Cosa ti indispettisce nella vita ?

Qualunque forma di violenza o sopraffazione .. divento aggressivo…

8. Hai un particolare progetto ideale e concettuale a cui arrivare come massima aspirazione?

Sono sempre stato affascinato dal concetto di immortalità della musica e dell’arte, forse il motivo principale per cui ho iniziato a scrivere canzoni. Mi piacerebbe assolutamente restare quello che sono oggi e diventare un punto di riferimento per le nuove generazioni.. magari però sul palco in mezzo ad uno stadio con il pubblico in delirio e con la consapevolezza di essere riuscito a restare per sempre nei loro ricordi.

9. Perchè Alexis piace cosi tanto al pubblico ?

Dovreste chiederlo a loro . Che caspita ne so io haha

10. Ci parli del tuo percorso artistico fino a qui?

Beh sono nato musicalmente nel garage, ho studiato tanto, ho fatto moltissima gavetta suonando nei locali e palchi in tutta italia, ho iniziato da subito il giorno stesso che ho compiuto 12 anni a scrivere la mia prima canzone inedita, ne ricordo ancora gli accordi. Ho vinto molti concorsi nazionali e contest famosi nell’underground emergente italiano , uscendo anche su riviste nazionali . Il tempo mi ha permesso sicuramente di crescere e maturare musicalmente ma soprattutto di entrare in contatto con discografici e produttori  che tutt’oggi curano il mio progetto e credono nella mia musica. Per per chi viene da zero come me questo è un percorso  molto difficile fatto spesso di rinunce, diciamo che l’esigenza di far fruire la tua musica attraverso le persone poi è quello che conta davvero e che ti spinge nonostante tutto ad andare avanti dritto per la tua strada.

11. Descriviti in 100 caratteri

Credo che se avessi cento caratteri differenti soffrirei di gravi disturbi psicologici . Uno mi basta e avanza. Ho sforato di uno .

1 thought on “Intervista a Alexis

  1. Sound magnifico, parole coinvolgenti voce graffiante e dolce nel contempo.
    Nel panorama attuale spesso deludente dove conta l’apparenza e il solo impatto momentaneo la musica fantastica del cd “Closer” è davvero una perla di un colore che ancora non esiste in giro…unica

Comments are closed.