>>Hermit parla della sua musica

1)Benvenuti su System failure! Ci raccontate come si è formata questa band?

Gli Hermit sono nati dalle ceneri del nostro primo progetto, i Kingshouters: eravamo un quartetto pop-rock ispirato da artisti come Placebo, Smashing Pumpkins, White Lies…Con questa formazione e un disco alle spalle abbiamo girato in tutta Italia per due anni, finché non arrivò il momento di scrivere nuovi brani. In quel periodo avevamo appena iniziato ad esplorare l’enorme panorama della musica elettronica, e inevitabilmente il nostro processo creativo ne subì un’enorme influenza. Da qui nascono gli Hermit.

2)Potete parlarci del vostro background musicale?

Veniamo da realtà molto diverse tra loro: Leo e Bob (batterista e cantante, fratelli) sono cresciuti ascoltando il rock e il punk degli anni ‘90 e 2000, Gio (ableton) con l’hip hop, il rap e la techno, Pol con i Queen.

3)Ho letto che: Dopo essere stati incoronati da MTV come “Best New Generation” nel mese di ottobre e aver vinto il premio “Best New Generation Electro” agli MTV Digital Days 2016 gli Hermit continuano la loro ascesa nell’olimpo delle band più promettenti della scena elettronica. Qual’ è la massima aspirazione per questa band?

Le aspirazioni sono molte: realizzare un disco che possa veramente connettere e unire persone in diversi luoghi del mondo, poter riempire un palazzetto di soli nostri fan, viaggiare e scoprire diverse culture grazie alla nostra musica. Insomma, le aspirazioni di chi ama questo mestiere.

4)Troviamo il vostro sound abbastanza cupo e viscerale. Cosa potete dirci a riguardo?

E’ sempre stata una nostra caratteristica. Ci piace ispirare sensazioni intense ed emotive con i nostri pezzi. La musica elettronica è veramente interessante proprio perchè si presta benissimo a evocare mood molto introspettivi.

5)Quali strumenti usate per realizzare la vostra musica?

Uniamo strumenti classici come chitarre e batterie acustiche a sintetizzatori (novation bass station, korg minilogue) e ableton.

6)Dopo Promises, un buon disco di musica elettronica che tanto ci ha stupito, cosa c’è nel futuro di Hermit?

Abbiamo in programma due nuove release contenenti altri nostri brani inediti. Nel frattempo stiamo lavorando a materiale nuovo per preparare un album nel 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.